Il Milan vuole il rinnovo di Maignan: c’è un nuovo “tetto salariale”?

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Il rinnovo del contratto di Mike Maignan con il Milan potrebbe essere conseguenza di un nuovo “tetto salariale”

A Casa Milan è partita l’operazione Maignan: il club vuole blindare il suo portiere, uno dei più forti del mondo, rinnovandogli un contratto che al momento scade nel giugno del 2026. Arrivato in Italia nell’estate del 2021 dal Lilla per sostituire Donnarumma per 16 milioni e un contratto da poco più di 3 milioni a stagione, Maignan è entrato subito nel gruppo squadra e nel cuore dei tifosi del Milan, contribuendo alla vittoria del 19esimo scudetto del club nella sua prima stagione in rossonero. Ora che lo status dell’estremo difensore francese (e nuovo titolare della sua Nazionale) è aumentato, per il rinnovo di contratto si parla di cifre alte, molto alte. Più alte del “tetto salariale” che Moncada, D’Ottavio e Furlani hanno ragionato per il presente ed il futuro prossimo del Milan.

Punto di partenza, richiesta e tetto salariale

Secondo quanto riportato questa mattina dall’edizione della Gazzetta dello Sport in edicola, la trattativa tra il Milan e Mike Maignan per il rinnovo del contratto sta per iniziare, e sta per iniziare “da un buon punto di partenza“. Dalla richiesta ai ragionamenti del club, le parole del quotidiano:

MAIGNAN, IL MILAN VA PER IL RINNOVO: IL MOTIVO DELLA DISTANZA TRA OFFERTA E RICHIESTA

Maignan piace a tutta Europa, soprattutto a Bayern e Psg, e sa bene di poter ambire a un ingaggio da 8-10 milioni a stagione. Il Milan in questi giorni ha visto il suo agente e no, non si è parlato del tempo a Milano. Tema chiave: il rinnovo. Il Milan di questi tempi ragiona su un tetto salariale da 5-6 milioni a stagione, superato solo dal contratto particolare di Rafael Leao, che parte da un fisso intorno a quei valori e si incrementa con bonus progressivi. Con Maignan non siamo ancora alla trattativa vera e propria ma il legame di Mike con il club è un buon punto di partenza per la società. Al Milan guadagna 3,2 milioni a stagione ma in rossonero ha vinto uno scudetto e nella frase la parola “vinto” è la più importante. […] Di certo, il Milan farebbe bene a risolvere la situazione nei prossimi sei mesi. Con meno di due anni sul contratto, nella stagione 2024-25 diventerebbe più complesso arrivare a un accordo, principio classico del mercato“.

Interessante il passaggio di Gazzetta sul “tetto salariale di 5-6 milioni a stagione”. Rispetto a quello di 4 milioni di euro netti a stagione imposto fino a qualche mese fa, e con il quale sono stati rinnovati i contratti di Theo Hernandez e Ismael Bennacer ad esempio, il Milan può alzare il tiro nelle offerte contrattuali ai propri giocatori, proprio com’è successo con Rafael Leao.

MAIGNAN, CHI IN CASO DI ADDIO? SPUNTA UN NOME DALLA SERIE A

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate