Milan, il rendimento di Maignan è crollato: i dati lo incastrano

I più letti

Piero Mantegazza
Nato il 21-11-2000. Laureando in Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo all'Università Cattolica del sacro cuore di Milano. Redattore di Radio Rossonera, innamorato del Milan e dello sport in generale.

Maignan non è più quello delle passate stagioni, i dati evidenziano un calo drastico: quest’anno in particolare non è più la saracinesca a cui era abituato il Milan

Mike Maignan sta vivendo un’involuzione in questa annata al Milan? I dati mostrano come il rendimento sia in netto calo rispetto alle passate stagioni. Il rank percentile rispetto alla prima stagione al Milan è diminuito di 75 punti: l’analisi delle prestazioni di Maignan.

Maignan: un calo evidente

Non vogliamo assolutamente mettere in croce Mike Maignan, che resta una grandissima risorsa per il Milan. Il portiere francese è un leader dello spogliatoio e ha salvato la squadra in tantissime occasioni. Ci limitiamo ad analizzare i dati, che non sono affatto confortanti. Nelle 3 stagioni precedenti al suo arrivo al Milan aveva sempre concesso un numero di gol inferiore alle attese, ma anche la prima annata al Milan era stato incredibile:

93° rank percentile tra i portieri dei 5 principali campionati europei. (Il rank percentile indica la percentuale di portieri che hanno subito meno gol in relazione al numero di gol attesi (xGOT)). Più alto è il rank, maggiore è il numero di reti salvate dal portiere.

Ecco Maignan è passato da 93° del 2021-2022 (anno dello scudetto) al 18° di questa stagione: il calo è drastico. Fonte: Calciodatato. Da qui si possono aprire mille scenari, il Milan vorrebbe rinnovare Maignan, ma il suo futuro al Diavolo non è più così certo.

Ultime news

Notizie correlate