Pagliuca attacca pesante: “Maignan protetto, Donnarumma denigrato!”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Parole forti nei confronti del difficile momento di Donnarumma e, contestualmente, di Mike Maignan: l’ex portiere accusa la stampa

Continua, dopo l’infelice inizio di stagione dell’ex Milan, il dibattito tra ex calciatori e addetti ai lavori su Donnarumma, e in questo caso, anche su Mike Maignan. Intervistato dal quotidiano Libero, l’ex portiere Gianluca Pagliuca ha espresso parole molto forti sulla questione, sostenendo Donnarumma e definendo Maignan un “protetto dalla stampa“.

“Lo stanno massacrando”

Di seguito, l’attacco dell’ex portiere Gianluca Pagliuca nei confronti della campagna mediatica “pro” Maignan e “contro” Donnarumma:

BENNACER: “SONO PRONTO! DONNARUMMA LO SAPEVA…”

DONNARUMMA: «Tra lui e Sommer scelgo la guardia svizzera. È il portiere che sta facendo meglio e i soli 7gol subiti in 14 giornate lo provano. C’è parecchio di Sommer nel cammino dell’Inter. E’ tornato Paperumma? Affatto, è un grande portiere vittima di una campagna di stampa denigratoria. Soprattutto di qualche giornale milanese. Lo stanno massacrando perché gli vogliono far pagare il fatto che ha preferito i soldi del PSG al Milan. Vi chiedo: oggi quante bandiere ci sono nel calcio? In Francia dicono che è il calcio di Luis Enrique a rovinare Donnarumma? Sciocchezze. Non c’entra nulla Luis Enrique, Gigio è super e ha solo 23anni, età nella quale si possono perdonare le incertezze. Stiamo parlando di un portiere di enorme qualità. Lancio uno slogan: Salvate il soldato Donnarumma».

MAIGNAN E SZCZESNY: «Maignan sta facendo meno bene rispetto al primo anno, però lui è protetto dalla stampa. Szczesny? Partiamo da un presupposto: il portiere, quando sbaglia, diventa un bersaglio più di qualunque altro giocatore. È il destino del ruolo».

ANCORA MALE DONNARUMMA: INTERVENTO KILLER E ROSSO DOPO 10 MINUTI!

ONANA E I PORTIERI ITALIANI: «Mamma mia, Onana sta continuando a fare pesanti papere, soprattutto in Champions. Vive un annata no e in Inghilterra lo crocifiggono senza fare sconti. Peccato, con i piedi è bravo. Oggi un portiere deve parare bene, poi fare il libero. Il calcio cambia, ma chi sta trai pali ha il dovere di impedire che il pallone oltrepassi la linea bianca. La scuola italiana dei portieri? Esiste ancora. Provedel è la sorpresa dell’anno, beatificato dopo il gol di testa in Champions. Ma altri stanno facendo bene, Di Gregorio del Monza e lo stesso Falcone a Lecce. Meret è in difficoltà perché davanti a sè non ha più Kim. Vicario mi piace molto. Dopo anni la nazionale potrebbe avere due grandi portieri, come ai tempi di Zoff e Albertosi. Carnesecchi è stato molto sponsorizzato, ha buoni mezzi ma ci vuole calma nei giudizi».

PAPERA E CRITICHE: DONNARUMMA E LE SCUSE SOCIAL

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate