Milan, retroscena Lukaku: ecco perché non è mai stato considerato

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Milan, spunta il retroscena su Romelu Lukaku: un’opzione mai considerata in estate

Reduce da una doppietta contro il Cagliari e da 7 gol in 8 partite giocate in stagione, Romelu Lukaku con la maglia della Roma ha iniziato la sua seconda avventura in Serie A, cosa che al Milan non sarebbe mai stata possibile. A svelarlo è Tuttomercatoweb, che questo pomeriggio ha riportato una curiosità risalente alla scorsa estate, quando il belga sembrava destinato a tornare in Italia, ma senza vestire nuovamente la maglia dell’Inter.

ESCLUSIVA, PELLEGATTI: “RIMPIANTO LUKAKU, LEAO DEVE DECIDERSI…”

Da Taremi a Jovic

In particolare, in un articolo sul sito, l’esperto di calciomercato Andrea Lo Sapio scrive:

“Un gol ogni 87 minuti, giusto per ricordare a tutti che l’estate della bufera è alle spalle. Perché nell’ultima quindicina di giorni si erano moltiplicate anche le voci, mai confermate, di un possibile approdo al Milan. I rossoneri erano alla ricerca di un attaccante e avevano pensato a Taremi come prima opzione, salvo poi dovere ripiegare su Jovic della Fiorentina, ultimo nome disponibile e arrivato in prestito gratuito per aggiungere un eventuale sostituto a Oliver Giroud. Poi non è detto che a gennaio le cose non possano modificarsi, con un altro innesto”.

A pensare che sarebbe servito “altro” come vice di Olivier Giroud, è il telecronista Sandro Piccinini, che in questi giorni ha dichiarato:

“Quando ha giocato centravanti Okafor, sì ha fatto due gol, ma entrambi abbastanza facili che forse avrebbe fatto chiunque altro. Ma non è il suo ruolo. Poi è arrivato Luka Jovic, ma non era la prima scelta…”.

VISNADI: “MONEYBALL, TI SEI PERSO LUKAKU! MILAN, MERCATO APPROSSIMATIVO”

Lukaku-Milan, una storia mai iniziata

Allora, perché i rossoneri non hanno tentato un approccio all’ex Inter, come in molti tifosi speravano tra luglio e agosto?

“Il Milan non ha mai deciso di approfondire il discorso Lukaku. Il più particolare è quello che il centravanti belga sarebbe una mina vagante dopo le situazioni legate all’Inter dell’ultimo periodo. Prima il passaggio al Chelsea, poi la voglia di ritornare dopo sei mesi con l’intervista concordata con il suo ex agente Pastorello. Poi l’effettivo rientro in nerazzurro, nella passata annata, arrivando fino alla finale di Champions. E poi la situazione Inter: il Chelsea lo aveva praticamente ceduto per poco più di 30 milioni, ma lui non si fa trovare al telefono sperando, probabilmente, in una cessione di Vlahovic della Juventus (e dello scambio con lui stesso). Tutto questo al netto della lite con Ibra di qualche tempo fa e dell’essere simbolo (quasi) del club avversario.

La realtà è che Lukaku è un lusso per la Serie A. È un giocatore forte che, probabilmente, non ha avuto la maturità e lucidità di scegliere i percorsi giusti. Ne sta pagando le conseguenze, ma per la Roma può essere davvero un fattore nella corsa alla prossima Champions League. E, alle volte, è meglio prendere una mina vagante che non rischiare di rimanere senza attaccante. Il Milan è comunque primo in classifica, ma con Lukaku probabilmente ci sarebbe stato un ulteriore salto di qualità”.

DI MARZIO: “ECCO PERCHÉ IL MILAN ALLA FINE HA PRESO LUKA JOVIC”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate