Lucca: “Io come Giroud? Ecco in cosa! Ibra un idolo, all’Ajax…”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

L’attaccante dell’Udinese Lorenzo Lucca ha commentato in questo modo il paragone tra lui e Giroud e parlato del suo idolo Zlatan Ibrahimovic

Lorenzo Lucca e Olivier Giroud: è questo il paragone circolato tra alcuni addetti ai lavori negli ultimi giorni, con la punta dell’Udinese che ha voluto commentare in prima persona l’accostamento. Ospite di Radio TV Serie A, Lucca  ha toccato l’orbita Milan parlando non solo di Giroud ma anche del suo idolo Zlatan Ibrahimovic. Queste le sue parole:

GENOA-MILAN, GIROUD: “HO FATTO UNA GRANDE PARATA. ECCO IL MOTIVO PER CUI ERO IN PORTA”

Lucca sull’esperienza all’Udinese e non solo

Il primo gol in Serie A:

“Il mio primo gol in Serie A è stato una soddisfazione unica, è il sogno di ogni bambino. Ovviamente però c’è rammarico per il pareggio e per non essere riusciti a vincere”.

Sulla situazione complicata dell’Udinese:

“La viviamo in modo positivo, dobbiamo essere sempre positivi nello spogliatoio per trovare la prima vittoria. Dobbiamo solo pensare ad allenarci che prima o poi la vittoria arriva. Ci possiamo riscattare, abbiamo squadre forti, soprattutto contro il Lecce giocando in casa dobbiamo portarla a casa”.

Sugli obiettivi di questa stagione:

“Fare bene con l’Udinese è la cosa principale, in secondo piano viene la Nazionale: la convocazione è un sogno che ho sempre avuto. Dove vorrei migliorare? Sotto porta, in tutte le partite che ho giocato ho avuto diverse opportunità di segnare, se miglioro questo aspetto posso fare grandi cose”.

Sul periodo all’Ajax:

“L’esperienza in Olanda mi ha aiutato tantissimo. L’Ajax è una scuola calcio, era il primo anno all’estero e mi ha aiutato molto a livello psicologico, oltre che migliorarmi a livello individuale. È un metodo di lavoro diverso rispetto a quello che c’è in Italia”.

Sul Pisa:

“È stato un percorso della mia vita e una crescita personale, ho fatto bene all’inizio, ma poi sono stato male fisicamente per due o tre mesi. Non ero al top, però sono riuscito comunque a giocare e abbiamo sfiorato la Serie A: va bene così”.

GIROUD ON FIRE, IL MILAN LO CELEBRA: NUOVA MAGLIA, NUOVO RUOLO

Lucca su Ibra e Giroud

Ibrahimovic:

“È il mio idolo, lo seguo da quando sono bambino. Ad Amsterdam c’erano diverse foto sue, ma non so se i rapporti siano ancora buoni tra la società e Ibra. In che cosa gli vorrei assomigliare? Sicuramente nella qualità con cui arriva a fare gol, in quello devo migliorare molto: essere nel posto giusto al momento giusto”.

Il paragone con Giroud e Crouch:

“Non sono paragonabile a Giroud, è stato uno degli attaccanti più forti d’Europa e fa ancora la differenza al Milan. Però come caratteristiche fisiche e tecniche magari sì. In tanti mi hanno anche detto, per scherzare, che assomigliassi a Peter Crouch. Non è il mio tipo di giocatore ideale, però è stato fortissimo. Abbiamo altezze simili, ma a livello di gioco mi ritengo diverso da lui”.

PIOLI: “PRIMA DI GIROUD UN ALTRO VOLEVA ANDARE IN PORTA, MA…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Lucca Giroud

Ultime news

Notizie correlate