L’opinionista duro: “Per valore tecnico è il campionato peggiore degli ultimi 10 anni”

DiDavide Giovanzana

Mag 16, 2022

In un editoriale sul sito di Repubblica, Massimo Mauro ha criticato l’edizione che si sta per concludere della Serie A. Emozionante, ma…

“Giocare partite così importanti è difficile. Secondo me è servito l’intervallo a Pioli e giocatori per capire che nonostante la difficoltà della partita, in cui un errore sarebbe costato carissimo, era necessario dribblare, fare un passaggio, dare profondità al gioco. Nel primo tempo non lo ha fatto, poi abbiamo visto una squadra che merita di stare in testa. Quando Leao fa le cose che ha nel Dna è un giocatore meraviglioso, ma è soprattutto il gruppo che vale, visto che i cambi sono sempre decisivi. Se mi posso permettere una piccola nota stonata, quella è Giroud: determinante in alcune partite, ma di fatto a livello di un sostituto dell’Ibra di qualche anno fa. Comunque, nonostante la lacuna del 9 i rossoneri probabilmente vinceranno lo scudetto e questo la dice lunga sul livello delle prime quattro. Campionato entusiasmante per l’incertezza, ma per valore tecnico è il peggiore degli ultimi dieci anni.”

Leggi QUI anche “Bergomi: Milan più europeo dell’Inter, hanno giocatori diversi”

“Un giudizio confermato guardando Cagliari-Inter, dove la squadra di Inzaghi ha vinto impegnandosi relativamente e mostrando un divario imbarazzante tra le grandi e le piccole. Il Cagliari ora dovrebbe vincere a Venezia (dopo la partita di Roma è meglio usare il condizionale) sperando che l’Udinese fermi la Salernitana. Circa l’Inter non avrà problemi contro la Samp, mentre Pioli dovrà passare la settimana a frenare i bollenti spiriti dei suoi. Vero che con il Sassuolo basterà un pari, ma consiglio al Milan di giocare per vincere. Caso contrario, troppo rischio: a volte basta un ciuffo d’erba, una deviazione fortuita per rovinare una stagione.”

“Domani andrò a vedere allo stadio l’ultima partita di Chiellini con la Juve. Lo farò volentieri perché Chiellini è una di quelle persona che hanno fatto bene al calcio: è stato molto juventino, odiato ma rispettato da tutti gli avversari. Questo perché non ha mai regalato niente a nessuno ma con le parole non ha mai mancato di rispetto a nessuno.”

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tutti convocati

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan