Lopetegui Milan, Baiocchini: «Il pre e il post “sommossa popolare”»

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Manuele Baiocchini racconta il clima a Casa Milan dopo la forte reazione dei tifosi alle voci su Julen Lopetegui

Negli ultimi giorni c’è stata una vera e propria fuga di notizie (che il Milan pare voler provare a evitare d’ora in poi) in una sola direzione: quella di Julen Lopetegui come nuovo allenatore rossonero. Di lì a poco una forte presa di posizione dei tifosi milanisti, che sui social hanno fatto spopolare l’hashtag #NOPEtegui e trasformato in virale la loro protesta. Oggi, l’inviato di Sky Sport spiega cosa è cambiato a Casa Milan.

Il punto di Manuele Baiocchini

NIENTE DI DEFINITIVO – “La verità è che la società in questo caso ha voglia di proporre qualcosa di nuovo rispetto a Pioli. La situazione è che il Milan a oggi non ha accordi con nessun allenatore. È chiaro che ci sono stati contatti e incontri, ma ancora niente accordi definitivi”.

POSIZIONE LOPETEGUI – “Da quel che abbiamo capito, dalle telefonate e dai contatti degli scorsi giorni, il Milan aveva individuato in Lopetegui l’allenatore adatto per prendere l’eredità di Pioli. Come metodologia di lavoro, come sistema di gioco, come sinergia che ci sarebbe stata con la dirigenza”.

LA REAZIONE E GLI SVILUPPI – “Sembra esserci una sorta di sommossa popolare da parte dei tifosi del Milan, che non vorrebbero il suo arrivo. Bisognerà capire quanto sarà forte e decisa la società di andare avanti in una decisione presa, almeno tecnicamente parlando, oppure cambiare obiettivo”.

LA SHORTLIST – “C’è una shortlist di allenatori, ma gli altri sono difficili da prendere. Il primo è Thiago Motta, che piace al Milan ma che finora non ha voluto avere contatti con nessuno. Vedremo se sarà convincibile, ma sulla lista c’è anche Fonseca e sono stati valutati anche De Zerbi e Conte, con i quali però non si sono registrati contatti. Diciamo che Lopetegui è un po’ avanti nonostante questa volontà dei tifosi di affidarsi a qualcun altro”.

Ultime news

Notizie correlate