Di Marzio: “Milan, Lopetegui avanti nei contatti. Attenzione all’influenza dei tifosi”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Tiene sempre più banco il nome di Lopetegui per la panchina del Milan: Gianluca Di Marzio fa il punto sulla questione

Termina 0-0 la sfida tra le due squadra a fine ciclo. Come detto da Gianluca Di Mazio, intervenuto a Sky Sport al termine di Juventus-Milan, si vede come entrambe le formazioni si stiano avviando alla conclusione del loro percorso con i rispettivi allenatori: Massimiliano Allegri e Stefano Pioli. Il giornalista e grande esperto di calciomercato ha anche fatto il punto sulla situazione allenatore in casa Milan, spiegando la situazione legata a Lopetegui.

“Bisognerà capire quanto sentirà l’influenza della gente”

“Sul campo si è visto come le due squadre stiano arrivando stancamente alla fine dei due cicli con Allegri e Pioli. Adesso ci sarà lavoro duro per le due proprietà per non sbagliare le scelte. La scelta dell’allenatore sarà fondamentale. In casa Juventus l’identikit dell’allenatore è quello di Thiago Motta. Sappiamo che sarebbe piaciuto anche al Milan, ma i bianconeri si sono mossi prima. Per il Milan, invece, c’è questo nome di Lopetegui che abbiamo fatto anche sabato come profilo più avanti di tutti, ma non piace, non scalda la gente, non scalda nessuno, o almeno la maggior parte della tifoseria. Bisognerà capire quanto poi la proprietà, che è un po’ sotto tiro in questa fase come si nota da comunicato di oggi della tifoseria organizzata, senta l’influenza della gente nel fare quella scelta definitiva, definendo un allenatore piuttosto che un altro”.

“L’ultima parola è di Cardinale”

La parte tecnica è andata avanti con Lopetegui. Ha avuto già dei contatti e ha anche raggiunto una sorta di accordo ecnomico e tecnico. Poi l’ultima parola spetta sempre a Cardinale. Se lui darà l’ok definitivo, si andrà con Lopetegui, ma non siamo nella sua testa. Sicuramente Lopetegui è quello nella lista del Milan che è andato più avanti nei contatti. Credo che la proprietà farà un’analisi più globale per cercare di capire se è davvero lui l’uomo giusto a cui affidare il Milan del futuro. La scelta deve essere ponderata“.

Ultime news

Notizie correlate