Milan, Loftus-Cheek sulla sintonia con Reijnders: “Lo chiamo papà”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

La strana coppia made in Milan: Ruben Loftus-Cheek e Tijjani Reijnders, una sintonia raccontata dall’inglese

Durante l’intervista rilasciata a Cronache di Spogliatoio, il centrocampista del Milan Ruben Loftus-Cheek ha toccato diversi temi. Oltre al rapporto che ha con il suo tecnico Stefano Pioli e al racconto della persona Antonio Conte, dentro e fuori dal campo, l’ex Chelsea ha scelto di soffermarsi anche su Tijjani Reijnders.

La nascita di un’amicizia

Compagni di reparto, fin da subito hanno stretto amicizia a Milanello: “Siamo amici, siamo arrivati insieme al Milan ed entrambi parlavamo inglese, quindi questo ci ha aiutato molto a conoscerci meglio. Da poco è diventato padre e infatti lo chiamo ‘Papà’. Suo figlio non l’ho ancora visto, ma non vedo l’ora. È una persona eccezionale”.

I due sono diventati rossoneri nel mese di luglio 2023 e sono stati tra i primissimi dei tanti colpi messi a segno dalla dirigenza composta da Furlani, Moncada e D’Ottavio nella loro (finora) unica estate di calciomercato. Insieme, alla prima stagione al Milan per il momento hanno totalizzato 12 gol e 5 assist.

Ultime news

Notizie correlate