Milan, Loftus-Cheek esalta Ibrahimovic: “Me lo dice sempre”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Loftus-Cheek ha svelato la natura del suo rapporto con Zlatan Ibrahimovic e la sua importanza nel nuovo ruolo di Senior Advisor del Milan

Fin dal suo ritorno al Milan, il nuovo ruolo di Zlatan Ibrahimovic è sempre stato avvolto da una nebbia di mistero. Negli ultimi tempi, grazie anche alle parole di Gerry Cardinale è stato più semplice comprendere al meglio il valore della carica dell’attaccante svedese, ma chi meglio di un giocatore che calca quotidianamente lo spogliatoio per capire realmente la sua importanza? Nell’intervista rilasciata a Cronache di Spogliatoio, Ruben Loftus-Cheek ha raccontato l’importanza che Ibra riveste per lui e per tutto il Milan da quanto è tornato nel club.

“Persona fantastica e leader fantastico”

Le parole di Loftus-Cheek sul suo rapporto con Zlatan Ibrahimovic: “Lui è un grande aiuto da quando è arrivato in questo ruolo. È sempre fuori dallo spogliatoio, ad aspettare che passiamo, per incoraggiarci. Parla con tutti al campo, è una persona e un leader fantastico. Ti sprona a dare il massimo. Mi dice di buttarmi in area e di essere decisivo”.

Ultime news

Notizie correlate