ESCLUSIVA, Peppe di Stefano: “Loftus-Cheek, brutte notizie! Una statistica è allarmante…”

I più letti

Andrea Roderi
Studente universitario, appassionato di radio, podcast e Milan. Aspirante giornalista professionista.

Le parole di Peppe di Stefano ai nostri microfoni dopo la sconfitta rossonera in Milan-Juventus, l’infortunio di Loftus Cheek continua a preoccupare

Intervenuto ai microfoni di Radio Rossonera per il consueto appuntamento pomeridiano Il Talk, Peppe di Stefano condivide alcuni spunti di riflessione in vista dei prossimi impegni di Champions e Serie A. Con la Juventus una sconfitta che non fa preoccupare troppo, mentre sono allarmanti alcuni dati offensivi degli attaccanti del Milan. A centrocampo, intanto, brutte notizie sul recupero di LoftusCheek.

I DUE EX: “PIOLI, TIRATA DI ORECCHIE! MILAN DELUDENTE PER DUE MOTIVI”

Milan-Juventus, un episodio nell’episodio?

Non è allarmante come sconfitta, ero molto più preoccupato dal derby. va però analizzata, ho guardato i dati stamattina: uno è la difficoltà offensiva non nella produzione di palle gol quanto nelle realizzazioni. L’anno scorso, in questo periodo, il Milan aveva realizzato 22 gol, quest’anno 16. Giroud, l’attaccante principale del Milan, ha segnato quattro gol di cui tre su rigore, l’ultimo 54 giorni fa, Leao non segna da un mese. Dei sei centrocampista del Milan (e nel 4-3-3 i centrocampisti devono fare gol) c’è stato un solo gol, quello di Loftus-Cheek a Cagliari, per altro non un gol da tre punti. Faccio fatica a capire come mai Reijnders, Pobega e Musah non abbiano fatto gol. Non c’è da allarmarsi per la sconfitta: in 11 contro 11 avrebbe sicuramente tenuto botta. L’elemento negativo è proprio quello dei gol, bisogna riflettere e trovare l’antidoto a questo problema, e mi risulta che ne stiamo parlando proprio in questo momento a Milanello.

LOFTUS-CHEEK: “AL MILAN COME UN BIMBO! GOL, ADRENALINA E SPOGLIATOIO”

Ti aspetti novità su Loftus-Cheek?

No, per Parigi no, anche oggi si è allenato a parte. Non so neanche se lo vedremo a Napoli. Il problema di Loftus-Cheek non è medico, che è risolto, ma di un fastidio che comunque permane. Stiamo parlando di un giocatore per cui bisogna stare molto attenti, ha un motore diverso agli altri, è alto 1.91 metri e pesa almeno 90 chili. Non credevo ma fa la differenza in campo, il Milan con lui ha un altro passo, ma devi recuperarlo bene e devi aspettarlo. Oggi si è allenato a parte, faccio fatica  a pensare che dopo tre settimane il Milan lo butti in campo, bisogna provare a recuperarlo per Napoli. Più che mai mi sto rendendo contro che dà proprio una spinta in più al Milan, aiuta davanti e aiuta dietro, è equilibrato in campo e fuori dal campo. Il Milan deve recuperarlo al più presto.

 

Le sconfitte sono arrivate contro la prima e contro la terza…

Quella di ieri, se la rigiochi dieci volte in parità numerica non la perdi mai. Senza quella deviazione di Krunic, sebbene probabilmente la Juventus avrebbe poi spinto di più, la partita sarebbe stata simile a Milan-Lazio. Un Milan in controllo nel primo tempo, secondo tempo scoccata definitiva di Pulisic e gol di Okafor. Ieri, ne parlavo con Carlo Pellegatti, Szczesny ha fatto la più grande parata a San Siro, veramente straordinaria, realizzata nell’unico modo possibile e senza far andare il pallone sui piedi di Pulisic. Io la partita di ieri la catalogo come partita che è andata così. Ho visto il Milan giocare con personalità con Borussia, Roma e Juventus, non è una sconfitta che crea allarmismi. Ma il Milan deve segnare di più.

LOFTUS-CHEEK: “MILAN, STO BENE! DERBY STORTO, MA TIFO INCREDIBILE”

Ti aspetti un Milan diverso a Parigi?

Il Milan intanto recupera Theo, assenza di cui hanno parlato in pochi ieri. Bergomi ieri al Club ha detto che Theo è un asset, un giocatore con cui anche Leao gioca meglio. Recupera Maignan, nonostante l’ottima partita di Mirante, ma il francese è più bravo con i piedi e ha più leadership. Sono convinto che giocherà Pobega dal primo minuto insieme a uno tra Adli e Krunic e Reijnders (quasi certa, quindi, l’esclusione di Loftus-Cheek, ndr). Non è un caso che abbia sempre giocato Pobega in Champions, un giocatore molto fisico. Al Milan, per passare il girone, serve una stoccata contro il Paris Saint Germain, sarebbe il caso di iniziare proprio dopodomani. Penso che vedremo un Milan che vorrà vincere, proprio come il PSG che ha comunque solo tre punti. Sarà una bella partita, il Milan in contropiede è molto forte e sono molto curioso.

Ti stupisce che il Milan sia la squadra più penalizzata della Serie A in termini di cartellini?

Non ero a conoscenza di questo dato, l’espulsione di ieri è corretta. A me non è piaciuta la conduzione di gara, ma non perché ci siano stati favoritismi. Troppi falli sono stati fatti passare senza gialli. Se hai Leao giochi molto su Leao per colpire gli avversari anche in termini di cartellini gialli. Non parlo di malizia, penso che a volte bisogna comprendere anche i giocatori. Gatti aveva solo un’arma contro Leao, quella di giocare come ha giocato. Ieri il Milan ha perso per un errore di posizionamento di Thiaw, credo che il Milan avrebbe potuto fare di più negli ultimi minuti, magari fare un po’ più di assalto. Questo visto anche che la Juve non è una squadra imperforabile. In ogni caso, non abbasserei tutto a un discorso di cartellini, anche perché penso che tutto andrà a equilibrarsi a fine giornata.

LOFTUS-CHEEK: “AL MILAN PER TORNARE FELICE. MOU, GULLIT E LE RICHIESTE DI PIOLI”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

loftus cheek milan

Ultime news

Notizie correlate