Liga, gironata 9: al Real El Clasico 250, il Bilbao cade con l’Atletico

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Si è conclusa anche la giornata 9 di Liga. Si tratta di un turno che potrebbe già aver indirizzato l’intero campionato, dimostrando che la favorita al titolo è una ed una soltanto: il Real Madrid.

Troppo Real Madrid per questo Barcellona

L’attenzione di tutto il mondo in questo weekend era su questa partita. Senza nulla togliere ai vari Union Berlino-Borussia Dortmund e Liverpool-Manchester City, ma quando si affrontano Real Madrid e Barcellona non può che essere quello l’evento clou del weekend. E anche quest’anno la sfida non ha tradito le attese. Nell’edizione numero 250 del Clasico, con pieno merito, hanno trionfato i Blancos di Carlo Ancelotti, che hanno voluto mettere subito in chiaro la realtà dei fatti: i campioni non hanno nessuna intenzione di abdicare. Il Real Madrid è stato più concreto di un Barcellona troppo confusionario davanti e decisamente traballante dietro. Il primo gol porta la firma di Benzema, la sua ultima rete prima della conquista del Pallone d’Oro. Il merito di questa rete, però, è tutto di Tony Kroos. Il centrocmapista tedesco regge di fisico in mezzo al campo e, nonostante un’evidente trattenuta, riesce a lanciare perfettamente nello spazio Vinicius. Il brasiliano a tu per tu con Ter Stegen si fa ipnotizzare, ma sulla respinta si avventa con un falco il centravanti francese. La seconda rete porta la firma di Federico Valverde che, dopo un’azione meravigliosa dei Blancos, punisce il troppo spazione lasciatogli dalla retroguardia blaugrana trafiggendo l’incolpevole Ter Stegen con un meraviglioso destro rasoterra dal limite dell’area. Nel finale il Barcellona riesce a riaprire la sfida. Scorribanda devastante di Ansu Fati sulla fascia, deviazione di tacco per Lewandowski e deviazione vincente di Ferran Torres. Pochi minuti dopo il Barcellona ha anche la chance per pareggiarla, ma la palla finisce a lato di un soffio. Al minuto 90 il Real la chiude in contropiede. Rodrygo viene atterrato in area. Dopo consulto al monitor VAR, l’arbitro concede il rigore. Dal dischetto si presenta proprio Rodrygo, che fa 3-1 Real con un penalty imparabile. Real Madrid di nuovo in vetta solitaria, con 3 punti di vantaggio sul Barcellona.

Atletico Madrid, Real Sociedad e Betis all’inseguimento

Se la corsa del Real non sembra volersi fermare, alle spalle nessuna vuola darsi per vinta. L’Atletico Madrid del Cholo Simeone vince di misura nell’altro big match di giornata, contro l’Athletic Bilbao, grazie alla rete del figliol prodigo Antoine Griezmann. Fatica ma non sbaglia nemmeno la Real Sociedad, che regola 2-1 il Celta Vigo grazie a Illarramendi e Zubeldia. Continua la sua rincorsa anche il Betis di Siviglia, che regola con un netto 3-1 l’Almeria, terzultimo e sempre a rischio. Per gli uomini di Pellegrini doppietta di William Carvalho e rete di Borja Iglesias. Rialza la testa, dopo un periodo nero, il Villarreal, che batte 2-0 l’Osasuna trascinato da un super Danjuma, autore di una doppietta. Non va oltre il 2-2, invece, il Valencia di Gattuso, che si ferma in casa contro l’Elche. Doppietta di Cavani per i padroni di casa e di Milla per gli ospiti. Anche il Rayo Vallecano non riesce a superare l’ostacolo Getafe, che blocca i padroni di casa sullo 0-0. Tre punti fondamentali, invece, per l’Espanyol, che ringrazie Joselu e batte 1-0 il Valladolid. Parimenti importante la vittoria esterna del Siviglia, che prende una boccata di ossigeno imponendosi per 1-0 in casa del Mallorca, gol di Gudelj. Un punto a testa, infine, nel tesissimo scontro salvezza tra il Girona e il Cadice. Al vantaggio degli ospiti, firmato da Alex Fernandez in apertura di ripresa, risponde il calcio di rigore di Christian Stuani al dodicesimo minuto di recupero, che regala al Girona in extremis il pareggio.

 

Archiviate le fatiche del weekend, però, è subito tempo di ripartire. Turno infrasettimanale in Liga in cui spicca la sfida tra Barcellona e Villarreal.

 

Segui la nostra pagina Facebook per sapere tutto quello che succede nel mondo Milan!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate