Semplici: “Pioli? Lavoro straordinario, ora continuità, ma ci sono…”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

L’opinione di Semplici sui momenti opposti di  Pioli e Inzaghi e sugli stili di comunicazione e gioco dei colleghi

Leonardo Semplici ha rilasciato una lunga intervista a Tuttomercatoweb di ritorno dall’Inghilterra in cui sono stati affrontati vari argomenti, tra i quali il momento del Milan e il lavoro di Stefano Pioli. L’ex allenatore di Spal, Cagliari e Spezia ha parlato delle situazioni opposte che stanno vivendo Simone Inzaghi e Pioli rispettivamente sulla panchina neroazzurra e su quella rossonera con un focus sulle difficoltà del tecnico emiliano del diavolo. Infine, alcune riflessioni sulle caratteristiche migliori che intravede nei suoi colleghi. Qui un estratto delle dichiarazioni di Semplici a Tuttomercatoweb.com.

“PIOLI IN BAMBOLA! GLI ALGORITMI NON VANNO”: L’EX DS BOCCIA IL MILAN

Semplici sulle situazioni opposte di Inzaghi e Pioli

Leonardo Semplici nell’intervista concessa a Tuttomercatoweb  ha parlato del suo viaggio recente nel Regno Unito per studiare il calcio inglese venendo a contatto anche con colleghi connazionali come Maresca che siede sulla panchina del Leicester. L’allenatore ha detto la sua sull’allenatore in testa alla Serie A, Simone Inzaghi celebrando il binomio con la società Inter: “Simone lo conosco meglio, ha fatto un percorso eccellente. Alla Lazio si è costruito, ma allenare l’Inter è diverso, le pressioni sono tante e c’è la richiesta di vincere. Credo che la finale di Champions abbia dato a lui e ai giocatori convinzione e forza. Il lavoro della società, che gli ha messo a disposizione la rosa più forte, unito alla consapevolezza, hanno fatto sì che l’Inter sia diventata la squadra da battere e lui stia diventando un allenatore davvero importante”. Dall’altra parte le difficoltà di Stefano Pioli e il Milan: “Ha fatto un lavoro straordinario, perché ha vinto un campionato con la squadra che sulla carta non era la più forte. Ha dato continuità con un gioco piacevole, innovativo sotto certi aspetti. Quest’anno hanno cambiato tantissimi giocatori, è incappato in risultati non buoni ma poi ha battuto il PSG… Deve trovare la continuità, ma ci sono le qualità e le conoscenze per far tornare ad essere competitivo il Milan”.

“MAI COME CALHANOGLU, RISPETTO IL MILAN”: BENNACER, QUANTO AMORE!

Le opinioni sugli stili dei colleghi

Semplici è stato coinvolto in una raffica di opinioni sui punti di forza dei vari allenatori. Si è espresso sullo stile comunicativo di Mourinho e Sarri: “Mou è un fuoriclasse da questo punto di vista, ci ha insegnato tanto. È all’avanguardia. Maurizio ha un modo diverso, comunque molto diretto”. infine, l’opinione sul no agli schemi intransigenti di Carlo Ancelotti: “Ancelotti in questo è un campione… “. Le critiche ad Allegri: “Eccessive… E’ secondo in classifica e la Juventus ha avuto problemi extracalcio”.

“THEO ALLA TONALI”: IL QUOTIDIANO LANCIA LA PROVOCAZIONE AL MILAN

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate