Lecce-Milan, Pazzini: “Sosta? La fine di un ciclo”

I più letti

Andrea Roderi
Studente universitario, appassionato di radio, podcast e Milan. Aspirante giornalista professionista.

Il Lecce rimonta il Milan, la sosta sarà un’occasione per rimediare? Il rischio di un ridimensionamento è enorme

Un risveglio difficile per i tifosi del Milan. L’entusiasmo riportato dalla splendida vittoria contro il PSG è stato immediatamente scacciato dal pessimo secondo tempo di Lecce-Milan, un 2-2 che fa male come una sconfitta. Come se non bastasse, adesso comincia la sosta: i rossoneri non avranno possibilità di rimediare subito a una classifica compromessa ma dovranno tentare di mettere insieme i pezzi per uscire il più velocemente possibile dalla crisi.

“ABISSO, DUE ERRORI GRAVISSIMI!”: MARELLI E LA MOVIOLA DI LECCE-MILAN

Le scorie di Lecce-Milan

Al termine di Lecce-Milan, i rossoneri andranno incontro all’ennesima sosta Nazionali della stagione. Lo stop forzato alle competizioni di Club, un mese fa, aveva fermato un filotto di vittorie dei rossoneri di Pioli. Oggi, invece, offre la possibilità di riflettere e provare a trovare la soluzione di una crisi che appare quasi irrimediabile. Tra i principali imputati, naturalmente, c’è Pioli. Cosa deve fare il tecnico rossonero per rialzare la testa dopo un Lecce-Milan così disastroso? Secondo Pazzini: “La sosta arriva come la fine di un ciclo per cominciarne un altro. Niente, Pioli deve lavorare, recuperare qualche infortunato, ripulire l’ambiente dalle scorie negative per ripartire con l’entusiasmo che una squadra come il Milan deve avere per i suoi obiettivi”. Il numero degli infortunati continua a crescere, l’ambiente è più che mai depresso e sfiduciato. Durante questa sosta serve un miracolo per mettere la stagione del Milan sulla giusta strada.

LECCE-MILAN 2-2, LE PAGELLE: L’ILLUSIONE E LA RIMONTA SUBITA

Ridimensionamento

Pazzini parla di obiettivi, ma è chiaro che questi andranno quasi certamente ridimensionati dopo ieri pomeriggio. Lecce-Milan era in un certo senso lo spartiacque per il campionato del Milan: vincere per non scivolare a meno -8 dall’Inter (o -9), per rimanere in scia in vista di impegni più favorevoli, era d’obbligo. Il pareggio allontana (irrimediabilmente?) i rossoneri dalla vetta della Serie A, regalando la lotta Scudetto al duo Inter-Juventus (antipatici quanto volete, ma partite come quella di ieri pomeriggio non le avrebbero sbagliate). Un errore rimediabile o un ridimensionamento irreversibile? Uscire dai giochi Scudetto a metà novembre sarebbe grave, gravissimo, soprattutto dopo i grandi sforzi fatti durante la campagna acquisti estiva. Una sosta che servirà per mettere insieme i pezzi, per recuperare (speriamo) qualche infortunato, per calmare l’ambiente. Non solo, però: il Milan ha due settimane per capire “cosa vuole fare da grande”. In altre parole: quali saranno gli obiettivi da qui in avanti in campionato?

LECCE-MILAN 2-2, PIOLI: “INFORTUNI, NON ME LO SPIEGO! MUSAH PERCHE’…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate