il 12/11/2023 alle 12:00

Lecce-Milan, Ordine: “Pioli ha perso l’orientamento”

0 cuori rossoneri

Lecce-Milan, parla Ordine: per Pioli problemi fisici, cambi sbagliati e perdita di orientamento. Notte fonda a Milanello

Sull’edizione odierna del Corriere dello Sport, Franco Ordine è come sempre intervenuto sulla situazione in Casa Milan. Momento di crisi che, in Serie A, appare interminabile: il pareggio per 2-2 contro il Lecce getta ancora una volta i rossoneri nel caos più totale. Infortuni, risultati che non arrivano, cambi sbagliati: Pioli è sempre più sulla graticola.

lecce milan

LECCE-MILAN, GAZZETTA: “PIOLI DA INCUBO, MA NON E’ A RISCHIO”

Lecce-Milan, nuovi infortuni

Il primo tema affrontato da Ordine relativamente a Lecce-Milan è, come al solito, il capitolo infortuni. Si fermano Leao e Calabria (oggi gli esami strumentali), misteriosamente escluso dalla gara Loftus Cheek. In media, il Milan perde circa tre giocatori per problemi muscolari a partita. “Tanti, troppi accidenti muscolari. Che chiamano in causa – poche storie – la responsabilità diretta dei preparatori e quella complessiva dello stesso tecnico di Parma che lavora col suo gruppo da anni. E’ un ritmo insostenibile anche per una rosa extra-large come quella di Milanello”. Non è alla sfortuna che devono guardare i tifosi del Milan, quanto alla preparazione atletica della squadra. L’unica scusa vagamente possibile è il calendario, con i tanti impegni ravvicinati che spesso colpiscono più i rossoneri che le altre squadre impegnate sul fronte europeo. Ogni anno, comunque, è sempre la stessa storia: troppi infortuni muscolari, l’errore a livello di preparazione è più che evidente. Le soluzioni, a oggi, non sono state trovate.

LECCE-MILAN 2-2, LE PAGELLE: L’ILLUSIONE E LA RIMONTA SUBITA

Non solo guai muscolari

Ordine non si risparmia l’attacco diretto a Pioli, tra i principali colpevoli della disfatta del Milan in casa del Lecce. Al centro, ancora una volta, i cambi: “Bisogna aggiungere anche qualche scelta discutibile dello stesso Pioli che sostituisce Calabria con Musah terzino mandandolo incontro a una figuraccia prima con Banda e poi con Sansone. Perché non subito Florenzi, specialista del ruolo? La risposta di Pioli (“Perché Musah è più adatto”) fa temere che il tecnico abbia perso l’orientamento“. Come ripetuto anche da Carlo Pellegatti in esclusiva su Radio Rossonera, la scelta dell’americano al posto di Calabria è stata dettata dalla volontà di inserire un giocatore rapido come Banda. Scelta che, col senno di poi, si è rivelata sbagliata. In ogni caso, il problema di orientamento di Pioli è piuttosto evidente: la società sembra aver deciso di proseguire con lui (probabilmente fino a fine anno). Necessario un cambio di rotta, obbligatorio ritrovare la retta via.

ESCLUSIVA, PELLEGATTI SU LECCE-MILAN: “MI AUGURO CHE  PARLI QUALCUNO”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

NOTIZIE MILAN