“Si accetti che non è leader, il problema è qui”: Condò su Leao

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

A distanza di un mese, ecco che torna il tema Leao: il portoghese occupa già i dibattiti della critica dopo l’infortunio

Neanche il tempo di rivederlo in campo, che Rafa Leao torna a far parlare di sé. E come spesso capita, la critica è sempre molto pungente nei suoi confronti. Così è anche dopo Newcastle-Milan, gara per la quale il portoghese è stato recuperato in extremis dopo la lesione subita nella sfida dell’11 novembre scorso contro il Lecce a Via del Mare. Un mese di assenza, poi subito titolare: stato di forma non eccelso, ma comunque diverse cose positive. Nel suo podcast per Sky SportMister Champions“, Paolo Condò dà prima un giudizio al percorso in Champions League del Milan, poi si sofferma su Leao.

CONDÒ: “IBRAHIMOVIC AL MILAN SARÀ UN VINCENTE, MI CHIEDO SE CI SARÀ UN PERDENTE…”

Il voto al Milan e il giudizio sul “non-leader”

Questo il commento del giornalista dopo la vittoria di Newcastle e il conseguente passaggio in Europa League:

“L’unica bocciata del gruppo italiano è il Milan, che però è riuscito a scivolare in Europa League dove, Pioli dixit, il traguardo inseguito sarà la vittoria. E quindi non si scende sotto al 5, anche tenendo conto della difficoltà del girone, superiore a quello degli altri. Alla fine il Milan ha vinto due partite, che sono poche. Ma ha sbracato solamente a Parigi. Continua a non ricevere abbastanza da Leao, che è ovviamente l’elemento di maggior classe con Maignan, ma non possiede né l’esperienza né il veleno necessari per ergersi a leader. E forse il problema è tutto qui: accettare l’idea che Leao sia il giocatore migliore a disposizione di Pioli senza farne un leader”.

NEWCASTLE-MILAN, FLORENZI: “GRANDE PARTITA, MA SONO ARRABBIATO CON LEAO”

Le pagelle di Rafa

Varie, invece, le opinioni della prestazione del 10 contro i Magpies. Andiamo nel dettaglio leggendo i giudizi sui tre principali quotidiani sportivi italiani.

Gazzetta dello Sport: 6. Voto complesso. Meno: spreca una palla gol e manda una chance XXL sul palo. Fase difensiva? Mah, a volte fa obiezione di coscienza. Pro: il cross dell’1-1, che cambia la partita”.

Tuttosport: 5. Paga la forma fisica precaria. Sprecone in almeno in un paio di occasioni. E quel palo nel finale… Rivedibile”.

Corriere dello Sport: “6.5. Avrà gli incubi per quel palo a dieci minuti dalla fine. Innesca l’azione del pareggio”.

NEWCASTLE-MILAN, LE PAGELLE SUI QUOTIDIANI: MAIGNAN AVENGER, PIOLI VOLA

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate