Leao Milan, Trevisani: “Io piloto l’autobus, ma da soli non si vince”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Riccardo Trevisani risponde a Cassano e torna a difendere Rafa Leao: “Sposta il Milan”

Ospite a Radio Serie A, il giornalista Riccardo Trevisani ha dato seguito alla sua battaglia personale a difesa del 10 del Milan: di seguito, la sua risposta ad Antonio Cassano, con Rafa Leao spesso critico.

Fenomeno assoluto, ma…

“Io sto sempre con Rafa Leao, ma da sempre. Da quando ha messo piede per la prima volta in Serie A. Leao può fare di più? 100%. Leao è un giocatore che ha dei mezzi per cui ogni partita in cui non ha fatto gol e assist ha fatto meno del dovuto, perché è un fenomeno assoluto. Però Leao è l’uomo che incide di più nel Milan, è l’uomo che sposta il livello del Milan”.

…dipende dal contorno

“Da soli non si vince negli sport di squadra: Leao ha anche bisogno che il contorno sia alla sua altezza. La maggior parte delle volte è l’altezza che manca ai compagni, non a Leao. Poi, a volte, anche Leao ha avuto gare non all’altezza. Ma sono fisiologiche e possono capitare. Secondo me contestare Leao è sbagliato in generale. Gli si può dire: Rafa, puoi fare di più. E anch’io sono di questa idea, però sono anche il pilota dell’autobus del carro di Leao. Resto sul suo carro e per il momento sono team Leao, assolutamente”.

Ultime news

Notizie correlate