Milan, nuovo retroscena dall’inchiesta: tra Leao, Lille e Napoli

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Il retroscena di Repubblica sul passaggio di Rafael Leao dal Milan al Lille nel 2019 coinvolge anche il Napoli dopo l’accusa della Procura

Continuano ad emergere dettagli sull’inchiesta della Procura di Milano sul passaggio di proprietà del Milan da Elliott a RedBird: quello di Repubblica, nella sua edizione di oggi in edicola, riguarda in particolare Rafael Leao. La destinazione del suo trasferimento dalla Ligue 1 alla Serie A sarebbe infatti potuta essere diversa. Vediamo nel dettaglio il retroscena sul passaggio di Leao dal Lille al Milan raccontato dal quotidiano.

C’era il Napoli

L’inchiesta si sposta sui calciatori del Milan, in particolare su due big della rosa rossonera dal passato francese. “Leao e Maignan” sono al centro “delle voci sottese all’indagine della procura” in quanto ex giocatori del Lille. “Il club francese“, continua Repubblica, “secondo i pm sarebbe stato sotto il controllo di Elliott come il Milan, configurando la violazione della regola UEFA sulle multiproprietà, all’epoca della trattativa Elliott-RedBird“.

Il retroscena arriva subito dopo. Secondo quanto riportato dal quotidiano, infatti, “Leao sarebbe finito al Milan nel 2019 a dispetto di un’offerta superiore del Napoli“. Tra le righe l’ipotesi è chiara: lo stesso proprietario (secondo l’accusa) avrebbe agevolato il trasferimento (valso all’epoca una trentina di milioni di euro) del calciatore tra i due club.

Ultime news

Notizie correlate