Collovati e Adani, discussione e poi accordo: “Leao Milan, facciamo 60%”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Quanto contribuisce Rafa Leao alle prestazioni del Milan? Dibattito aperto tra Lele Adani e Fulvio Collovati

Prima la discussione, poi la stretta di mano: due pareri opposti sulla stella del Milan Leao. Durante il corso dell’ultima puntata de La Domenica Sportiva, Collovati irrompe nel ragionamento di Adani sul 10 rossonero e lo difende, seppur “attaccando” indirettamente il gioco del Milan. Ne nasce un avvincente dibattito terminato con un sorriso.

Il botta e risposta

COLLOVATI: “Ma tu cosa intendi con 30-40%? Che si esprime solo al 30-40%?”

ADANI: “No, che fa solo il 30-40% di partite che è in grado di fare in un anno. Sono poche”.

COLLOVATI: “Ma no, ma non è così. Ma non è assolutamente così. Ho commentato il Milan 10 volte quest’anno, se non 15: si accende solo quando si accende Leao. Chissà perché danno tutti i palloni a lui. È l’unico modo in cui può accendersi il Milan. Forse i fuoriclasse sono di ben altra entità, ma ha il gesto del fuoriclasse. 30-40% è poco Lele, perdonami”.

ADANI: “Ha fatto 7 gol. Se tu sei un tifoso, un presidente o un allenatore, ti bastano queste performance? Non il livello eh, su quello la pensiamo uguale. Ti chiedo se ti bastano o ne pretendi qualcheduna in più”.

COLLOVATI: “Ti rispondo subito: quando parli della Juve dici che la Juve ha due grandi attaccanti. Chiesa ha fatto 7 gol, allora cosa stiamo a dire? Che è colpa di Allegri?”.

ADANI: “Non basta il rendimento di Chiesa e non basta quello di Leao. Chi ha mai detto il contrario? Noi andiamo a trovare le motivazioni Fulvio, ma tu invece dici che basta. E secondo me il Milan quest’anno le prestazioni le deve anche a Pulisic, a Loftus-Cheek, a Giroud…”.

COLLOVATI: “Sì, ma guarda che, tu hai detto il 40%, io raddoppio e dico che l’80% delle partite che il Milan ha giocato alla grande e vinte è quando si è acceso Leao. Che deve fare di più hai ragione, è giusto pretendere di più. Ma se dici 40% non sono d’accordo. E allora facciamo una via di mezzo e diciamo 60%”.

ADANI: “Dai, diamoci la mano: Leao gioca al 60%”.

Ultime news

Notizie correlate