Milan, Capello: “Leao vale il prezzo del biglietto. Mi ricorda…”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Grande elogio di Fabio Capello a Rafael Leao, a suo avviso il migliore nella gara di Champions League tra Borussia Dortmund e Milan

Ieri sera il Milan ha giocato in casa del Borussia Dortmund la gara valida per la seconda giornata della fase a gironi di Champions League. I rossoneri non sono riusciti a vincere e sono stati nuovamente fermati sullo 0-0, come avvenuto alla prima giornata in casa contro il Newcastle. Anche nella serata di ieri, pur avendo giocato meno bene che contro gli inglesi, il Milan ha più di qualche rammarico per diverse occasioni da gol sprecate. Quasi tutte queste chance di realizzare la rete del vantaggio che ha avuto il Milan sono partite o quantomeno passate dai piedi di Rafael Leao. Per questo motivo l’ex allenatore Fabio Capello, ora opinionista, ha voluto elogiarlo ai microfoni di Sky Sport.

Capello: “Veder giocare Leao è un piacere”

Fabio Capello è sempre stato molto trasparente nei giudizi. In diverse occasioni, infatti, l’ex allenatore del Milan è andato controcorrente e ha criticato Leao per alcuni suoi atteggiamenti in campo. Anche per questo, le parole di elogio usate ieri sera da Capello assumono tutto un altro valore: “È un giocatore che ho criticato quando sta fermo che non si dà da fare, però è quello che fa la differenza. Tre palle gol date ai suoi compagni. Una volta non gli hanno ridato il pallone, quando forse avrebbe potuto tirare in porta. In ogni caso è il giocatore che spacca la partita, è incontenibile. È un piacere vederlo giocare. Io credo che quando uno va a vedere una partita del Milan e Leao gioca come contro il Borussia Dortmund, vede una cosa veramente di alto livello. Vale la pena aver pagato il biglietto. Ci sono quelle cose che ti restano dentro. Ha una facilità di corsa che sembra Nureyev (è stato un famoso ballerino e coreografo ndr) con il pallone“.

CASSANO: “I GRANDI GIOCATORI DEVONO FARE LA DIFFERENZA”, MA STAVOLTA LEAO RISPONDE

Leao MVP di Borussia Dortmund-Milan anche per la Gazzetta

Anche La Gazzetta dello Sport ha giudicato Rafael Leao il migliore in campo nella sfida tra Borussia Dortmund e Milan, dandogli un 7 pieno in pagella. Luca Bianchin, che ha scritto queste pagelle, è stato ospite in esclusiva sulle frequenze di Radio Rossonera e ha spiegato questa decisione: “Voto complesso quello di Rafa ieri sera. L’MVP più banale sarebbe Tomori, che ha sicuramente giocato una partita da 7 e penso che siano tutti d’accordo. Sulla partita di Leao, invece, si può discutere di più. Onestamente in alcuni frangenti è un po’ fastidioso come usi il suo talento, come nel primo tempo ha sbagliato almeno 5 o 6 scelte. Va però considerato che ha creato 5 palle gol e che l’attacco del Milan è sostanzialmente lui. Siamo un po’ troppo abituati ad avere Rafael Leao che fa la differenza con le sue accelerazioni. Tende a fare la differenza sempre nello stesso modo, quindi tendiamo a criticarlo perchè tende a fare sempre la stessa giocata. Ma è il livello a cui la fa ad impressionare. Crea tutte le occasioni. A fine partita gli abbiamo dato 7 perchè per quanto sia un giocatore criticabile, è comunque un giocatore decisivo a quel livello, nel gruppo più difficile della Champions League.

DORTMUND-MILAN, LEAO: “IL NOSTRO OBIETTIVO NON CAMBIA! OGGI È MANCATO QUESTO”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Leao Milan

Ultime news

Notizie correlate