Calciomercato, Di Stefano spiega: “Leao, l’assurdità del vantaggio del Milan”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Peppe Di Stefano entra nel prossimo calciomercato del Milan: il suo ragionamento sull’estate che attende Rafa Leao e i rossoneri

Nel corso della diretta su Sky Sport 24, da Milanello l’inviato che segue le vicende del Milan ha toccato il tema Rafa Leao, anche e soprattutto in ottica calciomercato.

Parla Peppe Di Stefano

LA LEAO-DIPENDENZA – “Secondo me, e magari mi sbaglierò, è il giocatore più di talento della squadra e allo stesso tempo quello da cui dipende il Milan. Nel bene e nel male è lui croce e delizia di questa squadra. Quando gioca bene il Milan è quasi dipendente dalla sua forza, dai suoi strappi, dai suoi gol e dai suoi assist. Quando gioca male, spesso ci sono dietro le prestazioni negative di Rafa Leao. Nell’ultimo mese si sono spenti lui e il Milan”.

RINNOVO, CLAUSOLA E CALCIOMERCATO – “Lui un anno fa ha rinnovato il contratto, guadagna tanti milioni: è quello che guadagna di più al Milan. Ha una clausola rescissoria con cifre violente, molto alte. E questo probabilmente, compreso un finale di stagione non positivissimo, allontana qualche club che fino a qualche settimana fa si era fatto vivo seguendo le prestazioni di Leao. Per giocare in grandissime squadre in quel preciso settore di campo devi avere una continuità strabiliante che al momento pare Rafa non abbia. Per assurdo potrebbe rivelarsi un vantaggio per il mondo Milan: potrebbero non arrivare offerte adeguate e di conseguenza Leao potrebbe essere un pilastro della prossima stagione”.

VOLONTÀ – “Credo che nessuno al Milan voglia fare a meno di lui e credo che lui voglia rimanere da queste parti. Ma l’anno prossimo serve un ulteriore step di crescita, forse l’ultimo”.

Ultime news

Notizie correlate