Adani: “Milan, da Leao al 30% dipende la distanza con l’Inter”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Adani torna a bacchettare Rafa Leao per il rendimento “a intermittenza” nel suo Milan

Daniele Adani ha parlato del momento del Milan di Pioli e di Rafael Leao durante la Domenica Sportiva su Rai 2. L’opinionista si è esposto ammettendo la grande partita giocata dal numero 10 rossonero in Milan-Lecce, ma sottolineando come non basti. L’ex giocatore si attende molto di più dalla stella rossonera.

Adani, Leao a intermittenza

Adani ha iniziato la sua analisi sul Milan alla DS stimolando Rafa Leao a dare molto di più alla squadra allenata da Pioli. Secondo l’ex Inter il portoghese non fa prestazioni di grande livello in meno di metà delle partite giocate: “Leao dovrebbe far sempre molto di più. Io do atto quando fa delle grandi partite, perché quando le fa in questa Serie A fa la differenza, però se Leao giocasse il 70% delle partite, in realtà credo che arrivi al 30-40% delle partite come prestazione di un certo livello”. Proseguendo la sua valutazione sulla stagione di Leao, Adani ha detto che se il numero 10 avesse fatto di più: “Il Milan avrebbe potuto lottare per lo Scudetto con l’Inter. Ha avuto un sacco di problemi”.

Ultime news

Notizie correlate