Leao: “Lo Scudetto lo conserverò per tutta la vita. Futuro? Vorrei giocare in Premier League”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

A tutto Rafael Leao: l’attaccante del Milan si è raccontato in un’intervista rilasciata al Magazine Gaffer.

Sulle sue origini:”Almada è una città nobile, crescere lì è stata una grande esperienza per me. Vengo da un quartiere chiamato Bairro da Jamaica, vicino a Seixal. Almada è una città che significa molto per me, mi ha dato molte opportunità di crescere calcisticamente. È lì che ho mosso i primi passi quindi sono grato per la mia città e la porterò sempre con me ovunque andrò”.

Sullo Sporting: “Lo Sporting è una delle migliori accademie del mondo, visto che ha allenato due Palloni d’Oro. È un onore e mi riempie di grande orgoglio aver fatto carriera lì, mi hanno aperto le porte del mondo del calcio e gli sono molto grato. È sicuramente un club che ricorderò e porterò con me per sempre”.

ULTIME NOTIZIE MILAN – DA MILANELLO: LEAO E KRUNIC IN GRUPPO, INCOGNITA MESSIAS

Sui suoi idoli: “Non ho dubbi, sono certamente Ronaldinho e Cristiano Ronaldo. Sono giocatori che ho seguito e che ho provato a copiare quando ero piccolo. Ho imparato a fare le cose che faccio oggi, il dribbling… guardando i loro video su Youtube. Sono entrambi dei miei grandi idoli e mi piacerebbe avere una carriera simile alla loro”.

Sul Lille: “Non è stata un’esperienza facile all’inizio perché è stato un cambiamento improvviso e non mi aspettavo di trasferirmi in un altro paese così presto, ma questo è stato estremamente importante per la mia crescita e mi ha aiutato a maturare come giocatore. Sono cresciuto anche come persona perché ho imparato una nuova lingua e come trattare con nuove persone in un ambiente diverso”.

Sulla musica: “La musica è il mio hobby, il mio modo di esprimermi. Non sono un musicista che fa molte interviste e non molte persone sanno molto della mia vita personale, quindi la musica è dove posso ritrovare me stesso. Mi permette di sentirmi a mio agio a parlare di certe cose che non tendo ad esprimere a livello calcistico. E per quanto riguarda l’avvio della mia etichetta… è stato un modo per me di aiutare i nuovi artisti a realizzare i loro sogni e portare il loro talento a nuovi livelli”.

“Ho iniziato durante la quarantena. Ci siamo allenati a casa e abbiamo avuto un sacco di tempo libero, la musica era qualcosa che volevo fare da un po’ quindi ho approfittato del tempo che avevo per provarla ed ero molto contento del risultato. Prima di pubblicarlo l’ho mostrato a persone a me vicine che sono anche nella scena musicale e il feedback è stato positivo quindi non avevo paura della reazione del pubblico”.

Su Way45, il suo nome d’arte: “Way significa ‘cammino’ che in inglese si traduce anche in percorso e 45 fa parte del codice postale del mio quartiere che è 2845. Quindi, mettendoli insieme, volevo mostrare che non bisogna mai dimenticare da dove si viene e che ovunque si vada, bisogna porta sempre con te le tue origini”.

ULTIME NOTIZIE MILAN – AL CLUB PARTE IL QUIZ SU INTER-MILAN, BERGOMI: “NON VOGLIO PARTECIPARE!”

Sulla prima a San Siro con il Milan: “Ho provato un immenso orgoglio e anche un grande senso di responsabilità. Mi sentivo nervoso però, la maglia del Milan pesa tantissimo: è un club con molta storia che ha vinto diversi titoli, sette Champions League! Quindi, quando ho avuto l’opportunità di venire qui, non ci ho pensato due volte. I primi giorni e mesi sono stati momenti entusiasmanti perché non avrei mai pensato di poter indossare questa maglia. È un onore rappresentarlo fino ad oggi”.

Sullo Scudetto: “Ero molto felice, era qualcosa che la nostra squadra attendeva da tempo: è stato il risultato di molto impegno e lavoro, è stato storico! È stato un momento molto speciale per me personalmente perché è stato il primo scudetto che ho vinto con il Milan ed è un ricordo che conserverò per il resto della mia carriera e della mia vita”.

Sul Mondiale in Qatar: “Posso solo descriverlo come un’esperienza incredibile. Rappresentare il mio Paese è sempre qualcosa di speciale, soprattutto in una competizione come la Coppa del Mondo. È stata un’esperienza straordinaria che mi è piaciuta al massimo. Ero molto orgoglioso di poter rappresentare il mio paese in quella competizione e spero di poterci aiutare a realizzare qualcosa di speciale in futuro”.

Sulla sua passione per la moda: “Mio padre mi rendeva abbastanza ‘vanitoso’ per così dire, perché quando ero più giovane non mi lasciava uscire di casa vestito male. Mi vestivo e mi guardavo allo specchio per assicurarmi che fosse tutto perfetto. Il mio buon gusto è stato anche merito suo perché veste davvero bene. Dato che è una figura così importante nella mia vita, è stato sicuramente grazie a lui che mi sono innamorata della moda e mi è sempre piaciuto vestirmi bene. Quindi sì, posso dirvi che mio padre è stato la mia ispirazione e spero un giorno di essere un punto di riferimento anche nel mondo della moda”.

Sul suo futuro: “Vorrei giocare in Premier League. Penso che ogni giocatore voglia giocare in Premier League perché è un campionato molto competitivo. Ha un calcio coinvolgente, grandi squadre e un pubblico mondiale. La Serie A è attualmente molto ben posizionata nel mondo del calcio, ma direi sicuramente la Premier League in futuro. I miei sogni? Dal punto di vista calcistico, il mio obiettivo è vincere la Champions League e il Pallone d’Oro. Come artista, personalmente non ci penso troppo, seguo il flusso. Come individuo, penso di rendere la mia etichetta uno dei più grandi nomi familiari nel mondo della musica”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

leao tifosi

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate