Cassano: “I grandi giocatori devono fare la differenza”, ma stavolta Leao risponde

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Nuovo attacco di Antonio Cassano a Rafael Leao al termine della sfida tra Borussia Dortmund e Milan… Ma questa volta il portoghese ha voluto dire la sua

Ieri sera il Milan ha portato a casa il secondo pareggio consecutivo in Champions League, sempre per 0-0. In una partita giocata meno bene rispetto a quella contro gli inglese, i rossoneri hanno comunque avuto tutte le occasioni da rete più importanti, ma anche in questo caso non sono riusciti a trovare la prima rete stagionare in Europa. Nel corso del consueto appuntamento con la Bobo TV, Antonio Cassano ha analizzato la gara dei rossoneri, attaccando nuovamente Leao. Questa volta, però, il portoghese ha voluto rispondere all’ex calciatore.

L’attacco di Cassano

L’analisi di Antonio Cassano dopo il pareggio tra Borussia Dortmund e Milan: “Sicuramente è stata una gara diversa da quello contro il Newcastle, contro cui il Milan meritava di vincere. Stasera i rossoneri hanno avuto qualche occasione, però per essere il Milan ovviamente non aspettiamoci quello dei vecchi tempi. Ha fatto una gara di sacrificio, concentrata. Nel primo tempo molto possesso Borussia, con qualche occasione. Poi nel secondo i primi 20’/25′ è riuscito a creare qualcosina. Ma andiamo alla conclusione solita, devo tornare sempre su quel discorso. Queste partite sono dei grandi giocatori. Sì, fai due o tre sgroppate… Partendo dal presupposto che stasera non è mai rientrato. 0 tiri in porta, 0 assist, sbagli la giocata decisiva, non fai gol… A differenza del ragazzino, che il mondo intero dovrebbe piangere e dire ‘Grazie che sei arrivato te’. Intendo quello del Manchester City (Alvarez, ndr). Stasera ha fatto gol e assist ed è più piccolo di Leao. Lui nessuno lo esalta come andrebbe fatto, questo fa due sgroppate…”

“Sentivo Ambrosini stasera, che diceva: ‘È bello quando sprigiona la sua velocità’. Ha detto benissimo Massimo, lui butta la palla avanti, una volta ha fatto ammonire e una volta l’ha messa in mezzo. Ma arrivati a un certo punto devi far la differenza. In queste partite qui, in casa o fuori. Ripeto, il Milan ha fatto la partita di sacrificio, un punto non è buttato via. Il problema è che il Newcastle ha vinto col PSG e la prossima tu vai a Parigi: diventa un massacro, un casino. Il Milan ha fatto quello che poteva“.

DORTMUND-MILAN, LEAO: “IL NOSTRO OBIETTIVO NON CAMBIA! OGGI È MANCATO QUESTO”

Leao non ci sta: la risposta

Antonio Cassano non ha mai apprezzato particolarmente Rafael Leao come calciatore, e non perde occasione per ricordarlo in ogni occasione alla BoboTV. L’account twitter Milan Zone ha caricato il video dell’intervento dell’ex calciatore, in cui ha nuovamente attaccato il portoghese dopo il pareggio di Dortmund. Pochi minuti fa, Leao ha riposto a quel tweet senza usare nemmeno una parola ma usando delle emoji che hanno fatto capire a pieno il suo punto di vista. Prima 5 faccine che ridono divertite, poi 4 truccate da pagliaccio. Pur senza usare le parole, il campione portoghese ha manifestato con grande chiarezza il suo pensieri riguardo l’intervento di Cassano.

DORTMUND-MILAN, PIOLI: “BASTAVA POCO OGGI MA NON MOLLIAMO! LEAO MI È PIACIUTO”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Leao

Ultime news

Notizie correlate