il 26/09/2023 alle 19:24

Borghi: “Leao va sottolineato: essere onesti vuol dire anche questo”

0 cuori rossoneri

Anche Borghi scende in difesa di Leao: il suo commento alla gara del Milan e di Rafa contro il Verona

Come abbiamo già avuto modo di notare, nel corso dell’ultima settimana su Rafa Leao si è detto tanto, in positivo e, soprattutto, in negativo. L’ultimo in ordine cronologico a parlarne è stato Stefano Borghi di DAZN. Sul proprio canale Youtube, approfittando del “Supercommento alla 5ª giornata di Serie A”, il telecronista ha sottolineato come si debba parlare del portoghese anche quando decide le partite, proprio come sabato.

borghi leao

BARONI: “NON RICORDO OCCASIONI COSTRUITE DAL MILAN, SIGNORA PARTITA DEL VERONA”

Leao, Lodetti e l’acquazzone

Innanzitutto, parte dalla tempesta che si è scatenata a Milano quel pomeriggio:

“L’ho preso anch’io l’acquazzone clamoroso che è arrivato nella zona di S. Siro. Stavo partendo per andare a Reggio Emilia a commentare Sassuolo-Juventus ed è venuta giù una grandinata… 20 minuti di vera tempesta incredibile. Complimenti al drenaggio del campo di San Siro, tra l’altro”.

Poi, passa al ricordo di Giovanni Lodetti, a suo parere poco celebrato:

“Si è giocata una partita che, e dico un pensiero molto personale, avrebbe dovuto essere anche un po’ più ammantata del ricordo di una grandissima figura milanista come quella di Giovanni Lodetti. Figura milanista per quella che è stata la sua carriera in anni veramente d’oro del club rossonero, ma anche figura del nostro cacio. Parliamo di un campione d’Europa, e non è che di Europei l’Italia ne abbia vinti tantissimi. È stato ricordato, assolutamente. Però credo che queste figure magari un po’ passate o impolverate, ma veramente fondanti del nostro calcio, debbano essere salutate con il massimo degli onori quando purtroppo ci lasciano”.

Borghi analizza il match di San Siro:

“La missione del Milan era complicata: si veniva dal derby e dalla Champions League. C’erano le assenze di Calabria e di Theo Hernandez che hanno indotto Pioli a cambiare addirittura sistema di gioco. Una scelta sorprendente che, però, si è rivelata tutto sommato giusta, contro un avversario fastidioso come l’Hellas Verona che in effetti ha creato dei problemi al Milan. Non è stata una prestazione brillantissima, ma il Milan doveva vincerla questa partita. E possibilmente farlo così, con l’1-0 e gol di Leao, che l’ha sbloccata su una palla recuperata e resa virtuosa dal lavoro da assistman di Giroud”.

Su Rafa Leao, il telecronista si sofferma un attimo in più:

“Ha portato il pallone in porta con convinzione, con grande partenza e grande lucidità. Così come si sottolinea sempre in negativo anche il minimo atteggiamento un po’ anticonvenzionale di Leao sul campo, secondo me è da sottolineare in positivo il fatto che ha segnato, esultato col sorriso, non ha mandato messaggi provocatori o piccati a nessuno. E secondo me essere onesti vuol dire anche questo”.

TREVISANI: “SETTIMANA SURREALE PER LEAO, AI TIFOSI DEL MILAN DICO…”

Il futuro senza Rade

Infine, torna su Milan-Verona e chiude sullo stop di Krunic:

“Non mi aspettavo una partita dominata per le caratteristiche dell’avversario. È un Hellas ancora in trasformazione, ha inizialmente deciso di giocare senza centravanti vero, ma con un attaccante mobile. Il Milan ha fatto fatica per vincere. Adesso, guardando al futuro, il Milan ha bisogno di continuità di risultati per recuperare quegli entusiasmo, brillantezza, autostima che sono stati alla base di una grande partenza. Però adesso ha un problema significativo: purtroppo per i rossoneri si è fatto male l’unico giocatore che non ha un vero doppione nella rosa, l’unico insostituibile.

E questa è una cosa che avevamo sottolineato prima della stagione, e sto parlando ovviamente di Krunic. Bilanciere magari non visibile immediatamente, ma determinante per mantenere tutta l’impalcatura di gioco del Milan. Non ce n’è un altro con le sue caratteristiche”.

INFORTUNIO KRUNIC, C’È LESIONE: L’ESITO DEGLI ESAMI DAL MILAN

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

borghi leao

NOTIZIE MILAN