Lazio-Milan, i social contro Pulisic: valanga di insulti vergognosi

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

una marea di orrendi insulti social  rivolti al numero 11 del Milan Christian Pulisic al termine del match con la Lazio

La vergogna social si è abbattuta su Christian Pulisic nelle immediate ore successive al match tra Lazio e Milan dell’Olimpico. I “tifosi” laziali hanno riversato sui profili social dell’attaccante statunitense dei rossoneri orrendi messaggi contro di lui e la sua famiglia. A loro parere, il numero 11 del diavolo sarebbe stato reo di aver continuato l’azione volontariamente in modo antisportivo, nonostante un giocatore biancoceleste fosse finito a terra colpito al volto, anticipando il laziale Luca Pellegrini che poi ha commesso il fallo, costato il secondo giallo e, quindi, l’espulsione. Pulisic non si era accorto del giocatore di casa caduto e in ogni caso niente giustifica le becere frasi rivolte contro di lui.

L’episodio contestato a Pulisic in Lazio-Milan

Christian Pulisic non si è accorto al minuto numero 58 del giocatore della Lazio a terra colpito al volto dall’avversario del Milan. Lo ha confermato anche il capitano Davide Calabria nell’intervista postpartita confermando al pari di Stefano Pioli la correttezza e sportività del calciatore americano. Nella continuazione dell’azione, non fermata dall’arbitro Di Bello, Pulisic ha scippato il pallone a Luca Pellegrini che lo ha messo a terra prendendosi il secondo giallo e la conseguente espulsione che ha fatto infuriare tutta la Lazio. La dinamica dimostra il comportamento regolare di Pulisic non consapevole di quanto accaduto in precedenza nel corso dell’azione.

Alcuni degli orrendi insulti

Nelle ore successive a Lazio-Milan, sono arrivati sui messaggi nei vari profili social di Pulisic una serie di vergognosi insulti a lui e la famiglia da parte di pseudo supporter laziali. Qui una serie di frasi da stigmatizzare: “Devi morire insieme alla tua famiglia”, “Non ti auguro di morire, ma di soffrire lentamente giorno dopo giorno” oppure “devi finire tutti i tuoi soldi in medicine”. Questi sono solo alcuni delle frasi al limite del ripetibile recapitate a Christian Pulisic. A lui e tutta la sua famiglia la solidarietà della redazione di Radio Rossonera.

 

 

Ultime news

Notizie correlate