Lazio, è caos prima del Milan: “Scricchiolii tecnico-società evidenti”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Caos in casa Lazio a poche ore dalla sfida con il Milan: sono esplose le tensioni tra l’allenatore, Maurizio Sarri, e il presidente, Claudio Lotito

A poco più di due giorni dalla sfida contro il Milan allo Stadio Olimpico (venerdì 1 marzo ore 20.45), in casa Lazio le cose non stanno andando per niente bene. Dopo 26 partite, la squadra dista 8 punti dalla zona Champions League e i diverbi tra allenatore e presidente si stanno acuendo sempre di più. Almeno dalla parte biancoceleste, sarà un Lazio-Milan infuocato.

“Scricchiolii evidenti”

La frase della discordia è arrivata da Maurizio Sarri nel post-partita di Fiorentina-Lazio 2-1: “La società a luglio è stata chiara su chi faceva il mercato. Se io chiedo A e tu mi fai scegliere tra C e D è tutto abbastanza chiaro. Questa è una squadra che mentalmente non è strutturata per affrontare 3-4 competizioni“. L’uscita, scrive la rosea, “non ha trovato l’approvazione della società“: nella figura del presidente Lotito, la Lazio è convinta di “aver fatto le cose per bene per continuare a crescere“. Per questo motivo, “gli scricchiolii tra tecnico e società sono evidenti“.

C’è un però. E riguarda il calendario. Con la sfida al Milan, il ritorno di Champions League col Bayern Monaco e la semifinale di Coppa Italia contro la Juventus, “gli scricchiolii tra Sarri e la società, almeno per il momento, non esploderanno“, chiude il quotidiano.

Ultime news

Notizie correlate