L’argentino incorona Alvarez: “Molto più forte di Lautaro e Dybala, ma le italiane dormono”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Un Mondiale da incorniciare per Julian Alvarez del Manchester City. La sua Argentina è campione, e l’attaccante di Pep Guardiola ha realizzato 4 gol in 7 gare disputate.

Abel Balbo, ex giocatore della Seleccion ai Mondiali di Usa 1994 e Francia 1998, ha rilasciato un’intervista a Libero da La Plata, dove attualmente allena l’Estudiantes. Roma, Fiorentina e Parma tra le tante squadre nelle quali ha militato chi oggi (prima della finale del pomeriggio) incoronava Alvarez. A specifica domanda, “Si aspettava il suo boom?”, Balbo ha risposto così: “Certamente perché Julian è un giocatore straordinario non da oggi, ma da 5 anni. Ero sicuro che facesse sfracelli anche al Mondiale. Da tempo dominava in Argentina: non capisco come le squadre italiane continuino a dormire sul mercato, lo potevano prendere un anno fa a 15 milioni…“.

LEGGI QUI ANCHE: “ATTIMI DI PAURA PER MENEZ, MA LA REGGINA RASSICURA SULLA SUA SALUTE”

Poi, l’allenatore argentino fa un confronto con altre due punte della formazione di Scaloni: “Julian è un fuoriclasse, molto più forte di Lautaro e Dybala. Purtroppo per i due è apparso sulla scena uno che è migliore di loro. Alvarez ha solo 21 anni ma una personalità e grinta da veterano. È un attaccante straordinario: qualità da bomber di razza abbinata a uno spirito di sacrificio per la squadra da mediano”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate