TATTICA – Milan Cagliari

TATTICA – Milan-Benevento: sintesi de “La Stanza di Bottoni” 03/05/2021

0 cuori rossoneri

TATTICA MILAN-BENEVENTO – Il Mister Emanuele Bottoni ha analizzato tatticamente la sfida Milan-Benevento. Questi i punti salienti della sua analisi avvenuta nella puntata de “La Stanza di Bottoni” del 03/05/2021.

In questa occasione la palla è da leggere scoperta. L’uomo è di spalle ma in queste occasioni il giocatore riceve e in Serie A e in Serie B funziona. Tomori avrebbe dovuto iniziare a scappare.

In quest’altra occasione la palla è difficile da leggere. Tomori qui deve stare ancora in zona palla e andare a caccia della palla. Quando ha capito di essere in inferiorità ha scelto di seguire il movimento offensivo, ma era in rincorsa. Doveva andare su Dabo e lasciare il movimento a Romagnoli. Tempi sbagliati e metri in più. Se imbrocchi la partita giusta ma non stai attento a questi dettagli rischi. In Champions League queste situazioni ti puniscono sempre.

Nelle foto di seguito analizziamo Theo. Qui ha segnato da 5 minuti, è nella “fase euforica”. Il Benevento qui sta facendo retropassaggi, e lui sta facendo un pressing. Qui esce male, avrebbe dovuto fermarsi e il Benevento ne approfitta proprio a sinistra. Infatti Tomori deve scappare e pure Tonali cerca di correre all’indietro. Ma quando corri non guardi alle tue spalle, e infatti Tonali termina in uno spazio vuoto in cui si fionda Lapadula che scambia nuovamente con Insigne che conclude.

Parte tutto da quel pressing scellerato di Theo. È necessario equilibrare questa cosa e capire che Theo, così facendo, può lasciare dei buchi. Ma nel nostro modulo, se i mediani coprono il terzino, lasciano il centrocampo vuoto. Per questo è fondamentale il sacrificio degli esterni e che i terzini stiano attenti.

Tattica-Milan-Benevento

Tattica-Milan-Benevento

tattica-Milan-Benevento

Questo era per quanto riguarda la tattica di Milan-Benevento. Per quanto riguarda la sfida con la Juve, sarà necessario sfruttare le ripartenze perchè attaccano con tanti uomini e lasciano tanti spazi. D’altra parte, le loro individualità sono importanti, soprattutto a destra (zona Theo e Leao/Rebic) con Cuadrado e Chiesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live