Milan-Napoli 0-1, l’analisi de “La stanza di Bottoni” del 20/12/21

0 cuori rossoneri

Milan-Napoli 0-1

Il Milan è costretto a soccombere contro Il Napoli di Spalletti, dopo una gara che non ci ha visto inferiori agli azzurri. Il momento non è dei migliori, e si sono viste le solite difficoltà che si ripresentano puntualmente da qualche mese.
Milan-Napoli era una sfida da non perdere, anche in ottica scontri diretti; purtroppo anche gli episodi non girano a nostro favore, ed il gol annullato a Kessie ne è dimostrazione lampante.

L’atteggiamento generale

La squadra non sa gestire alcuni momenti della partita; dopo Atalanta-Milan, complici anche i soliti innumerevoli infortuni, abbiamo iniziato a soffrire e da quel momento in poi il Milan forse ha peccato di presunzione e non è più sceso in campo dando il 100% in ogni situazione. Questo la squadra non può permetterselo.

Contro i partenopei, pur non avendo sfigurato, non abbiamo visto l’ardore agonistico al quale eravamo abituati; è mancato il carattere e la voglia di aggredire l’avversario nella sua metà campo. Forse i ragazzi peccano un po’ di superficialità,  pensando di poter vincere le partite senza giocarle al massimo. La squadra non è più compatta come mesi fa, siamo lunghi e non attacchiamo più la porta avversaria allo stesso modo. E’ venuta a mancare l’armonia di squadra nello sviluppo del gioco. Siamo scollegati tra i reparti, ed i meccanismi di conseguenza ne risentono.

Gli errori e le mancate letture

Il Milan ha preso più della meta dei gol da errori tecnici individuali o dalla mancata lettura delle situazioni. Due punti deboli che stiamo ripetutamente mostrando sono il piazzamento sui corner avversari sul primo palo, e il pressing che subiamo sulla nostra costruzione; due situazioni che soffriamo terribilmente.

Sul gol subito ad opera di Elmas, ci sono tre rossoneri sul primo palo a zona. Siamo 9 contro 6 in area marcando un po’ a uomo e un po’ a zona, attuando una disposizione ibrida che non ha pagato. Una disposizione più corretta poteva essere formare un triangolo di giocatori sul primo palo, invece c’erano solo Ibra e Tonali. Abbiamo subito un gol simile anche contro Sassuolo e Bologna, e non può essere un caso. Le squadre ormai ci conoscono, e sanno che sui corner il primo palo è un punto debole dei rossoneri.

Le scelte del Mister

Contro il Napoli la scelta di Messias sulla destra, che fa movimenti diversi rispetto a quelli di Saelemaekers, non ha portato i frutti sperati; il belga è più integrato nei meccanismi collettivi e fa dei movimenti che lo portano spesso ad accentrarsi creando spazi per il terzino in sovrapposizione, aprendo spiragli per il cambio gioco. Rispetto alla passata stagione, quando siamo in difficoltà perdiamo l’identità di squadra, specialmente quando giocano calciatori diversi rispetto agli usuali. L’esempio perfetto è quando gioca Bakayoko, poco adatto per caratteristiche fisiche e tecniche al centrocampo a due.

Il Mercato

L’assenza di un’alternativa a Diaz è un difetto strutturale della squadra, che costringe spesso Krunic agli straordinari in quella zona di campo. Conosciamo bene le dinamiche legate al mercato che la società ha dovuto seguire, ma non sostituire Calhanoglu è una scelta che in questo momento stiamo pagando a caro prezzo. In alcune zone di campo la coperta è corta, e gli infortuni a ripetizione completano il quadro delle difficoltà del momento.

Flessione mentale, assenze, e qualche scelta opinabile. Possiamo riassumere in questi tre punti il momento poco positivo dei rossoneri di Mister Pioli.
Urge un’inversione di rotta, per restare agganciati al treno delle primissime posizioni che ci siamo guadagnati sul campo ad inizio stagione.
Contro l’Empoli non sarà semplice, ma avremo la possibilità di chiudere positivamente il 2021 in attesa di migliorare la condizione e ripartire al meglio con l’anno nuovo, recuperando energie e giocatori.

Rivedi QUI la puntata integrale de “La stanza di Bottoni” del 20/12/21

Leggi QUI l’editoriale su Milan-Napoli 0-1

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live