La Russa provoca: “Milan a Sesto da solo? Si faccia mandare lo stadio dal Qatar”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Ignazio La Russa, presidente del Senato e storico tifoso dell’Inter, ha parlato del tema stadio a “La Politica nel pallone” su RAI GR Parlamento. “Io sono eretico, voglio due stadi per Milan ed Inter – ha esordito il politico – ma che bisogno c’è di distruggere San Siro il cui costo per demolirlo sarebbe altissimo? Due stadi sono meglio di uno”. Successivamente La Russa ha voluto lanciare una provocazione al Milan riguardo le voci di un possibile trasferimento a Sesto San Giovanni.Se il Milan vuole uno stadio a Sesto San Giovanni se lo può fare mandare pronto e impacchettato dal Qatar“. Non solo stadio, La Russa ha voluto parlare anche di molti altri temi, come ad esempio la delicata situazione dei rivali della Juventus: “Forse ha sbagliato più di altri, ma attenzione perché non è un pesciolino rosso in mezza a tanti altri e lo dico io che non sono juventino. Non sono per nulla felice di quello che è successo“.

LEGGI QUI ANCHE – ESCLUSIVA – PELLEGATTI: “RINNOVO BENNACER? SPENGO L’OTTIMISMO” –

Il presidente del Senato ha poi voluto concludere con un pensiero al calcio giocato. Da tifoso interista, gli è stato domandato se credesse ancora in una rimonta dei nerazzurri, magari partendo proprio dal big match della sedicesima di Serie A contro il Napoli. “Se è un’ultima chiamata per lo Scudetto? Bisogna nn pensarci, l’unico modo di competere è non pensarci. Il distacco è ampio, il Napoli è forte e sarebbe da folli pensare a una rimonta. Se il 4 gennaio vinciamo, allora se ne può parlare, se vince il Napoli non mi metto certo a piangere“.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate