La non espulsione di Maleh e il rigore fischiato a Dzeko: il pensiero di Marelli

DiGiacomo Todisco

Mag 1, 2022

Interviste – Questa domenica primo maggio sono scese in campo entrambe le contendenti di questo scudetto.

Il Milan alle 15 ha vinto contro la Fiorentina per 1-0, mentre l’Inter ha battuto l’Udinese per 1-2. La classifica ad oggi vede la squadra di Pioli prima a 77 e i nerazzurri inseguire a 75. Nei primi minuti del match di San Siro, è stato riscontrato un episodio dubbio per quel che riguarda la gestione dei cartellini da parte dell’arbitro Valeri.

Leggi QUI il messaggio di Kjaer dopo la vittoria

Il centrocampista viola Youssef Maleh, dopo aver ricevuto l’ammonizione, colpisce in pieno volto Sandro Tonali. Secondo il direttore di gara non è abbastanza per il secondo giallo, e per questo il giocatore rimane in campo. Ai microfoni di Dazn, l’esperto ed ex arbitro Luca Marelli ha commentato: “Maleh ha rischiato molto in questa circostanza, anche se il fallo non è stato volontario. Intervento comunque al limite dell’imprudenza”.

Dopo la gara dei rossoneri, alla Dacia Arena si è giocata Udinese-Inter. Il gol del momentaneo 0-2 scaturisce da un calcio di rigore di Lautaro Martinez, prima sbagliato e poi trasformato sulla respinta. Sui social è esplosa la polemica dei tifosi milanisti, che ritengono troppo leggero il contatto tra la gamba di Pablo Marì ed Edin Dzeko. Anche qui, ha dato la sua opinione Marelli, alla stessa emittente: “Il difensore dell’Udinese non ha mai toccato il pallone. Dzeko lo ha anticipato e poi è stato preso sul piede destro. E’ un rigore abbastanza evidente”.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tutti convocati

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan