La moviola del quotidiano: “Il primo giallo di Djidji non c’era, il secondo dubbio”

0 cuori rossoneri

Nel corso del secondo tempo di Milan-Torino, l’arbitro Rapuano ha espulso Djidji per doppia ammonizione. Il difensore granata, che era stato punito per un intervento su Sergino Dest al 14′, ha ricevuto un secondo giallo al 69′.

Dell’espulsione si è lamentato nel post partita l’allenatore Ivan Juric, ma anche la Gazzetta dello Sport questa mattina in edicola reputa la sanzione eccessiva. Questa, infatti, la moviola del giornale: “Il Torino dopo un’ora di gioco si ritrova in dieci: Djidji, già ammonito, entra con la gamba alta, con i tacchetti in vista, su Messias lanciato. Intervento pericoloso, ma il difensore granata tocca prima il pallone. Era stato fiscale anche il primo giallo, al 14’ del primo tempo: in quel caso, Djidji aveva toccato da dietro Dest che era scappato a Singo. Un tocco lieve, veniale”.

LEGGI QUI ANCHE – IL MILAN CERCA UNA SCOSSA DOPO LA SCONFITTA: SQUADRA IN RITIRO!

Poi, prosegue: “Curiosità: unici due cartellini esibiti a lungo da Rapuano. L’arbitro – che non fischia mai i contatti di solo fisico – ammonisce nel finale dei regolamentari Milinkovic, accusato di perdere tempo nella rimessa dal fondo: giallo esagerato, come l’aggiunta di un minuto ai cinque di recupero già concessi, poi allungatisi di altri 30 secondi. Tutto buono sul gol del Toro: Bayeye parte dalla propria metà campo, Adopo è dietro la linea del passaggio sull’assist”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live