Trevisani: “Krunic 38 partite? Milan, reparto scadente”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Il giornalista e telecronista Riccardo Trevisani ha parlato con toni duri della rosa del Milan, dei nuovi acquisti e di… Krunic

Riccardo Trevisani, grandissimo estimatore di Rafa Leao, non è un grande fan di altri giocatori della rosa rossonera, come qualche nuovo acquisto e Rade Krunic. Intervenuto sul canale Youtube di Cronache di spogliatoio nel corso del programma “La Fontana di Trevi”, il noto giornalista e telecronista ha analizzato con toni anche abbastanza duri la rosa del Milan, con i suoi pregi e i suoi difetti. In particolare, Trevisani ha criticato la mancanza di un titolare vero come play nel Milan al posto di Krunic.

TREVISANI: “SETTIMANA SURREALE PER LEAO, AI TIFOSI DEL MILAN DICO…”

“Krunic giocatore super normale, non fa la differenza da nessuna parte”

Su Musah si può lavorare molto, anche perchè è nel reparto in cui secondo me il Milan è scadente, uso questa parola volontariamente, a centrocampo. Non parlo di Reijnders o di Loftus-Cheek, e nemmeno dello stesso Musah. Ma il titolare è e sarebbe stato per 38 partite se fosse stato bene, Rade Krunic. Krunic è un giocatore super-normale, importante, ma che non fa la differenza da nessuna parte. È buono per fare la riserva di un giocatore forte, allora mi sta bene. Se fa la riserva di Bennacer o di Tonali lo accetto, ma se fa il titolare per 38 partite e sei in difficoltà adesso perchè si è infortunato, vuol dire che la squadra l’hai costruita male. C’è qualcosa che non va. Poi io credo che tutte le squadre siano manchevoli di qualcosa, come la Juve a cui manca qualità in mezzo o l’Inter corta davanti. Ma oltre a guardare i problemi, bisogna guardare anche quello che si ha“.

INFORTUNIO KRUNIC, C’È LESIONE: L’ESITO DEGLI ESAMI DAL MILAN

“Chukwueze? Un errore del signor algoritmo”

Il Milan è corto in mezzo, ma ha Giroud, Okafor, Jovic, Leao, Pulisic, Chukwueze… ci sono tanti giocatori, poi dipende quanti me ne piacciono di questi. Quali mi piacciono? Mi piace tanto Giroud, mi piace tanto Leao… Al terzo posto forse metto Jovic, pensate. Non è una punta ma per come gioca il Milan può avere una sua utilità, più di Okafor come centravanti. Ammesso che nessuno dei due è un vero e proprio centravanti, ma di sicuro Jovic lo è più di Okafor. Okafor a me piace tantissimo, ma nel 4-3-3, se il titolare è Leao, è come un terzo palo: non serve. Chukwueze per me non è bocciato il giocatore in sé ma l’acquisto a 27 milioni di euro, che sono stati presi e bruciati dal signor algoritmo, che ha azzeccato alcune cose, Reijnders su tutti, ma ne ha sbagliate altre, Chukwueze su tutti. Lo vedremo, ci sarà tempo per bocciarlo, ma non ho dubbi. Per me Chukwueze è molto meno di Pulisic, e Pulisic già è uno, e lo avete visto in queste prime 6 partite, che tre le gioca con te e tre le gioca con gli altri. Poi le tre che fa con te le vinci, le tre che fa con gli altri fai fatica. Vice-Krunic? Quando Pioli ci incontrò a Milanello per parlare di tattica, ci confermò che il Milan stava costruendo Adli per giocare in quel ruolo. Quindi ora gioca Adli? Per me mai nella vita. Per me giocano Reijnders, Musah e Loftus-Cheek“.

MILAN-VERONA, RETROSCENA KRUNIC: “IL CAMBIO ERA GIÀ PRONTO, MA…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Krunic Milan

Ultime news

Notizie correlate