Kjaer: “Basta parlare dei giovani, dobbiamo solo chiedere scusa”