Kamada ha scelto il Milan! Il mito in Giappone dietro i no alle altre big

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Kamada ha scelto il Milan! Tra i no all’Atletico Madrid e il mito in Giappone

Il Milan è vicinissimo all’ingaggiare Daichi Kamada a parametro zero in uscita dall’Eintracht Francoforte: cos’ha portato il giapponese a scegliere il rossonero e a rifiutare tutte quelle offerte?

Manca poco, pochissimo per il secondo acquisto di una sessione di calciomercato che sulla carta dovrebbe ancora iniziare. Dopo aver sistemato il ruolo del secondo portiere con Marco Sportiello, Paolo Maldini e Frederic Massara non vogliono commettere gli stessi errori della scorsa campagna acquisti estiva, una campagna acquisti programmata male e soprattutto cominciata con parecchio ritardo a causa del cambio di proprietà e della querelle sul rinnovo del contratto del direttore sportivo e del direttore dell’area tecnica.

Una trattativa al rettilineo finale

Per questo motivo, sul giapponese in via Aldo Rossi si sta lavorando tanto, tantissimo. Mercoledì, a Casa Milan, è arrivato Giuseppe Bozzo, l’intermediario che sta curando il trasferimento al Milan di Daichi Kamada. Secondo quanto riportato da Gianluca Di Marzio, siamo veramente agli sgoccioli della trattativa: con tutte le probabilità del caso, la prossima settimana Kamada sosterrà le visite mediche e firmerà con il Milan un contratto quadriennale. Sulle cifre dell’accordo c’è ancora incertezza ma dalle ultime indiscrezioni sembra che lo stipendio di Kamada girerà intorno ai 3 milioni di euro netti a stagione.

ULTIME NOTIZIE MILAN – RAFAEL LEAO RINNOVA E… CAMBIA MAGLIA! TRA ADLI, BRAHIM E RIVERA

“Bravo in un calcio allo stesso tempo fluido e rigoroso”

In un editoriale scritto per il portale online Tuttomercatoweb, qualche giorno fa Carlo Pizzigoni, giornalista e scrittore fervente conoscitore del calcio estero, ha parlato in questi termini del giapponese. Cosa può dare Daichi Kamada al Milan? E soprattutto, dove e come potrebbe giocare nello scacchiere tattico di Stefano Pioli?

“Daichi Kamada parrebbe vicinissimo a sbarcare in Italia, al Milan, che troverebbe in lui quel giocatore bravo a inserirsi in un calcio offensivamente fluido ma allo stesso tempo rigorosi e di applicazione che è quello che vuole (ritrovare) Stefano Pioli. 26 anni e una nuova sfida davanti, Daichi Kamada è quel giocatore forse non appariscente, ma che senti tantissimo in una squadra. Prenderlo a zero rappresenterebbe una ottima operazione per Maldini e Massara. Con Oliver Glasner a Francoforte, Kamada ha giocato sottopunta ma libero di interpretare gli spazi per mettere la sua qualità al servizio della squadra. Una situazione che sente perfettamente sua, e i numeri lo testimoniano: 16 gol e 7 assist fin qui. E i numeri non raccontano dei movimenti senza palla e delle letture che il calciatore giapponese ha imparato a mettere in campo”.

ULTIME NOTIZIE MILAN – IBRAHIMOVIC TOGLIE LA MASCHERA: “NON LASCIO, MA SERVE EQUILIBRIO! E SO COSA MANCA AL MILAN…”

Kamada al Milan… per scelta!

Secondo quanto riportato dal The Athletic, c’è una ragione precisa dietro alla scelta di Daichi Kamada di preferire il Milan alle altre offerte. In questo momento storico, nonostante i rossoneri vengano da uno scudetto vinto e da un ritorno in semifinale di Champions League dopo più di 15 anni, non è facile rifiutare club che mantengono ormai da anni una costanza di rendimento molto più elevata di quella del club di via Aldo Rossi come l’Atletico Madrid, il Borussia Dortmund e il Benfica. Per non parlare di club con possibilità economiche tremendamente diverse da quelle dei rossoneri come l’Al-Hilal, fresco campione in Arabia Saudita e che ha offerto un contratto importante al giapponese. E invece no: Daichi Kamada ha scelto il Milan. E lo ha scelto perché da piccolino, in Giappone, è cresciuto sia con il mito del grande Milan degli anni 80/90, quello dei grandi campioni e dei grandi allenatori Sacchi e Capello, che del Milan di Ancelotti e dei suoi trionfi in Champions League tra Kakà, Shevchenko e ovviamente Paolo Maldini.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

kamada milan mito giappone

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate