Milan, rosso a Jovic e Serena non ci sta: “Mai sopportato, complimenti”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Luka Jovic non finisce la partita tra Monza e Milan per un cartellino rosso da “condotta violenta”: il commento di Aldo Serena è in favore del serbo

La gara persa malamente dal Milan ieri sera fa diventare i rossoneri la peggior difesa della parte sinistra della classifica, con ben 31 gol subiti in campionato (4 dal Monza): nella serata storta, si è aggiunto però anche il cartellino rosso di Luka Jovic. Dopo un richiamo iniziale dell’arbitro Colombo, infatti, per qualche provocazione da parte di Armando Izzo, l’attaccante serbo ha risposto colpendolo in volto. Se dal punto di vista regolamentare non c’è nulla da eccepire per quel che riguarda la sanzione alla reazione, si potrebbe aprire qualche discorso sul comportamento del difensore sia prima che dopo il contatto (che è sembrato più lieve che grave).

MONZA-MILAN, FRANCO ORDINE E “LA SUGGESTIVA LEGGE DEL CONTRAPPASSO”

Serena sta con Jovic

A tal proposito, c’è chi ha definito l’atteggiamento dell’ex Torino “una furbata”. Parliamo di Aldo Serena, il quale autonomamente su X ha scelto di condividere il suo pensiero personale sulla situazione particolare. Così l’ex attaccante di Inter, Milan e Juventus tra le altre:

“Non ho mai sopportato e mi hanno sempre indisposto i difensori che tengono per la maglia, che spingono e poi accentuano e simulano una eventuale reazione. Jovic ha sbracciato per togliersi l’abbraccio di Izzo e lo ha sfiorato sul viso. Premiamo queste furbate, complimenti!”.

La moviola

Il tono è certamente polemico e va in favore del giocatore del Diavolo che, per quanto ingenuo, ha risposto a una provocazione evidente (e già ravvisata dal direttore di gara). Una circostanza, peraltro, già raccontata e analizzata da Graziano Cesari nella sua moviola del match.

“Abbiamo guardato tutte le situazioni di gioco, che sono importanti. L’arbitro Colombo dice a Izzo e Jovic: ‘Only football’, perché c’era già stato qualcosa in precedenza. Passano solo pochi secondi e Jovic colpisce l’avversario, con l’arbitro che è di spalle e non vede nulla. Ma vi prego di guardare qui: sembra quasi richiamato dall’assistente, che ha visto un cartellino giallo per Jovic e glielo riferisce. L’attaccante riceve una spinta da Izzo, ma contraccambia con uno schiaffo. Evidentemente si cambia colore ed è un’interpretazione perfetta”.

Insomma, il Milan perderà Jovic contro l’Atalanta, ma occhio alla possibile sanzione se effettivamente categorizzato come “condotta violenta”.

MONZA-MILAN, LA MOVIOLA DI CESARI: “DOPPIA FALLOSITÀ E CAPOLAVORO”

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate