Investcorp, investitore o acquirente? Repubblica mette in guardia i tifosi del Milan

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Dopo le notizie sull’incontro RedBird-Investcorp per il futuro del Milan, il quotidiano riporta la versione ufficiosa del club di via Aldo Rossi

Arrivano delucidazioni riguardante la questione, aperta qualche giorno fa, di un possibile ritorno di fiamma di Investcorp nelle vicende di Casa Milan. In un approfondimento pubblicato nell’edizione di oggi del quotidiano, Repubblica ha aggiornato i tifosi rossoneri riportando la versione ufficiosa del club di via Aldo Rossi. Cosa sta succedendo ai piani alti della società? Il fondo RedBird Capital Partners di Gerry Cardinale è alla ricerca di investitori oppure sta cercando veri e propri acquirenti come Investcorp?

Investcorp, RedBird e la versione del Milan

Per il quotidiano, stiamo parlando di un appuntamento, quello tra RedBird (Cardinale) e Investcorp, che “sarebbe una clamorosa marcia indietro“.

L’indiscrezione del Sole 24 ore sul suo incontro in Bahrain con i rappresentanti del fondo Investcorp ha raggiunto in Florida un Gerry Cardinale più ineffabile del solito. Le puntualizzazioni sono ancora una volta ufficiose: dicono che nessun incontro con rappresentanti di Investcorp è avvenuto o in programma. Il tema resta scabroso: l’eventuale appuntamento sarebbe una clamorosa marcia indietro“.

“MILAN, RIASSETTO SOCIETARIO?”: FURLANI E CARDINALE INCONTRANO GLI ARABI

L’entità del debito che RedBird dovrà pagare al fondo Elliott nel 2025 non è l’unico segreto di un passaggio di proprietà sul quale indaga da gennaio anche la polizia valutaria della Guardia di Finanza. Ma la domanda che i tifosi milanisti si fanno in queste ore è se Cardinale sia alla ricerca di soci o addirittura di acquirenti. Se, cioè, sia alle viste un nuovo cambio di assetto societario“.

Momento delicato

Negli uffici di casa Milan, scrive Repubblica, la questione RedBird-Investcorp non sposta il focus sul momento delicato a livello finanziario in ottica futuro: martedì contro il Newcastle, i rossoneri si giocano una fetta molto importante di futuro:

INVESTCORP-MILAN, RITORNO DI FIAMMA? L’IDEA DI CARDINALE PER IL FUTURO 

Oggi, dopo le frequenti modifiche di un Cda i cui punti fermi sono dal 2018 il presidente Scaroni e l’attuale ad Furlani (manager di Elliott ora in quota RedBird) e dal 2021 Gordon Singer vertice di Elliott, la possibile eliminazione dalla Champions il 13 dicembre a Newcastle (con potenziali mancati ricavi per 150 milioni, Mondiale per club 2025 incluso) rischia di indebolire il marchio Milan, al netto del bilancio in attivo (più 6 milioni) e del complicato piano stadio a San Donato, che ne alzerebbe il valore (la stima è di 1.5 miliardi)“.

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate