VAR, sbotta anche Pradé: “Siamo avvelenati”. Le sue parole

0 cuori rossoneri

Anche il direttore sportivo della Fiorentina Daniele Pradé polemizza contro la classe arbitrale. Dopo la sconfitta per 2-1 contro il Bologna, il dirigente viola ha parlato ai microfoni di Sky Sport.

LEGGI QUI, INVECE, LE POLEMICHE IN LECCE-MONZA

Queste le sue dure dichiarazioni: “Parlo pochissimo, ma devo dire delle cose: sono avvelenato. Metti tutto quel che vuoi, ma perdere per una situazione così non va bene. Il tocco di Kasius su Dodò è netto, forse non abbiamo capito niente del regolamento. Tre minuti al VAR per il fuorigioco di Arnautovic, e non vedi il gesto falloso di Kasius? Non capisco. La squadra non è brillante, non è quella dell’anno scorso. Ma chiediamo spiegazioni in maniera educata. Le società stanno cercando di aiutare gli arbitri, però così non va bene, vogliamo spiegazioni. Vorrei capire bene perché non l’ha fischiata: non è un fallo così netto da mettere in discussione l’azione? Con una gomitata sulla nuca? Almeno dire che si è sbagliato…”.

Il tema della polemica è la rete del definitivo 2-1 siglata da Arnautovic, che ha ricevuto l’assist dal terzino Kasius. Come specificato da Pradé, il calciatore rossoblù è entrato in possesso del pallone solo dopo un contrasto con Dodò. 

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live