Udinese-Milan 1-1 – Le principali dichiarazioni del match

0 cuori rossoneri

Udinese-Milan 1-1

Queste le principali dichiarazioni dei protagonisti del match:

Tomori a MilanTv

“È stata una gara difficile, credo che ce la siamo complicata da soli e alla fine dobbiamo accontentarci di un punto. Avremmo potuto vincere, abbiamo avuto molte mezze occasioni ma non molte palle gol nitide. Quello che riuscivamo a fare all’inizio della stagione non ci sta riuscendo. Tutti sappiamo che non è stata la nostra miglior partita. Fa parte del nostro processo di crescita e dobbiamo continuare a giocare bene, cercare di alzare l’asticella, migliorare in ogni reparto e in ogni fase di gioco. Se lo faremo, miglioreremo. Durante tutta la partita sapevamo che avremmo potuto segnare. Quello che ci dispiace è esserci riusciti troppo tardi. Se avessimo segnato 5-10 minuti prima ne avremmo fatto un altro perché come ho detto, le occasioni le abbiamo avute. Siamo entrati in area senza tirare e creare l’occasione giusta. Non abbiamo perso, guardiamo il lato positivo”.

Tonali a Dazn

“Abbiamo avuto una reazione tardi. Ad averla prima magari saremmo riusciti a fare meglio. Dobbiamo ripartire dal secondo tempo e dimenticare la prima parte, non siamo stati molto Milan. Dobbiamo ripartire e andare a mille all’ora domenica prossima. Pioli mi ha chiesto di portare più alto il baricentro. Non possiamo stare sotto per così tanto tempo, è la cosa che fa più male. Dobbiamo portarci a casa il punto e lavorare tanto per svoltare, ripartire e fare passi in avanti.

Quanto ti senti milanista? “Tanto, poi vedere la partita da fuori non è bello. Vedere i compagni in difficoltà ti fa venire voglia di dare una mano, ci sentiamo tutti parte della squadra. Non smettiamo mai di credere allo scudetto, l’obiettivo è quello. Non c’è da nascondere niente. Un pareggio qui non cambia i nostri obiettivi. È andata così, da domani torniamo a lavorare al 100%”.

Tonali a Sky

“Non possiamo prenderci l’alibi degli infortuni, questo è il calcio e andiamo avanti con quelli che possono allenarsi e possono giocare. Una soluzione bisogna sempre averla. Gli ultimi 10-15 minuti, contro una squadra così bassa, abbiamo giocato molti palloni in mezzo all’era ed era una soluzione. Sicuramente non si può giocare così per 90 minuti. Tante squadre ci hanno capito, ma siamo forti e bisogna andare avanti. Bisogna mettere un punto e ripartire”.

Pioli a Sky

“Non conta il Milan di Pioli, conta il nostro stile di gioco. Non siamo riusciti ad avere la lucidità nelle scelte per entrare in una difesa così compatta. Non abbiamo creato chiare occasioni da gol ma siamo entrarti spesso in area. Potevamo pareggiarla prima e provare a vincere. I miei ragazzi son consaplevoli, sia nei successi che nelle sconfitte. Veniamo da due prestazioni non esaltanti e dobbiamo fare meglio in tante situazioni. Le parole di Tonali sono importanti perché c’è ambizione. Nelle ultime partite abbiamo perso compatezza in fase difensiva, c’è troppa distanza tra i reparti. Non siamo lucidi nelle uscite, nella pressione e quando lasciamo spazio agli avverarsi, lasciamo troppo. Dobbiamo migliorare in entrambe le fasi e i ragazzi lavoraranno per migliorare. Il gol è nato da una scelta sbagliata. In più ci aggiunto che siamo alla settima partita in 20 giorni e giocare tre giorni dopo una gara di Champions League ti toglie energie mentali”.

Leggi anche Udinese-Milan 1-1, le pagelle – Il 300° gol di Ibra non basta

Guarda QUI il postpartita di Udinese-Milan 1-1

photocredits acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live