Sindaco Sesto San Giovanni: “Porte spalancate per il nuovo stadio”

0 cuori rossoneri

Il sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano in un’intervista rilasciata a Libero è tornato a parlare della questione nuovo stadio di Milan e Inter con l’ipotetico piano B paventato dai due club che riporterebbe pienamente in gioco il Comune situato alle porte di Milano.

 

LEGGI QUI ANCHE SALVINI: “BASTA PERDERE TEMPO, SI VADA A SESTO SAN GIOVANNI”

Nell’intervista a Libero, il primo cittadino di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano ha spalancato le porte a Milan e Inter, o uno dei due club, per la possibilità di costruire lo stadio nel territorio del Comune: “Le porte non sono aperte, sono spalancate. Spostare lo stadio a Sesto è l’unica soluzione possibile sia per i club coinvolti che per uno solo, al limite”. Il Sindaco ha rimarcato le possibilità dell’area individuata come ipotetico piano B: “Abbiamo un’area dismessa (riferimento alle aree ex Falck) che è la più grande d’Europa, parliamo di uno spazio di un milione e 500mila metri quadrati. È già bonificata e con minime varianti al progetto potremmo partire in tempi rapidi”.

Il sindaco Di Stefano ha voluto sottolineare i vantaggi offerti dall’opzione Sesto San Giovanni rispetto a San Siro per il nuovo stadio. Inoltre, ha allontanato lo spettro della costruzione del nuovo stadio fuori dalla città di Milano. Queste le sue parole in merito: “Si tratta di un’area privata (aree ex Falck), quindi non ci sono i vincoli che potrebbero esserci a Milano. Anche nell’ottica della città metropolitana che sarebbe il caso di ricordare che Milano non finisce con il solo territorio cittadino. Sesto è collegato da tre fermate della metropolitana, dalla tangenziale, dai mezzi, dalla ferrovia. In dieci minuti sei in Duomo. La rete dei servizi c’è, è capillare. Sarebbe un’ottima idea, noi siamo pronti”.

Le parole di Roberto di Stefano sono arrivate il giorno dopo quelle del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini. Il senatore ha dato il suo supporto alla carta Sesto San Giovanni. Nel governo spicca anche la posizione del sottosegretario al Ministero della Cultura Vittorio Sgarbi che si è espresso a favore dell’inserimento di un vincolo all’abbattimento dell’attuale stadio San Siro.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live

EnglishGermanItalianSpanish