Maurizio Sarri

Sarri: “Il calendario sta macinando i calciatori. La sosta? Un insulto”

0 cuori rossoneri

L’allenatore della Lazio, Maurizio Sarri, è tornato su due temi molto dibattuti: il calendario fitto e la sosta per il Mondiale. 

Se n’è parlato tanto senza che nessuno prendesse mai una posizione netta contro la mole di partite disputate in questo inizio di stagione, e che inevitabilmente conducono a un elevato numero di infortuni. Tutto ciò in funzione del Mondiale che sta per iniziare, una competizione contraddistinta da polemiche e dubbi già prima del suo avvio.

Non si vuole tirare indietro Sarri, che è spesso molto colorito nelle sue dichiarazioni. Ieri, dopo la vittoria contro il Monza che ha portato la Lazio a pari punti con il Milan, si è acceso e ha dichiarato:

Leggi QUI – Spagna quanti esclusi di lusso

“Se vedi le squadre che hanno fatto le coppe, hanno sofferto tutte, esclusa l’Inter che ha avuto una reazione a una sconfitta dura da digerire.  Il calendario è un macina giocatori però l’associazione calciatori sta zitta. Se gli infortuni dei calciatori non interessano a nessuno, va bene così. Son contento di essere vecchio perché se questo è il calcio io mi voglio levare dai coglioni. La sosta è un insulto al calcio, qualcuno mi spieghi cosa può dare il movimento calcistico qatariota. Vengono taroccati tutti i campionati d’Europa e del Sud America, per dare soldi a PSG e City?”.

Maurizio Sarri

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live