Sala bacchetta Salvini sullo stadio: “Il comune non ha perso tempo”

0 cuori rossoneri

La questione dell’abbattimento di San Siro incendia ogni giorno l’ambiente milanese. Oggi è toccato a Beppe Sala intervenire sul dibattito stadio e rispondere, in maniera decisamente piccata alle recenti dichiarazioni di Matteo Salvini. Facciamo un passo indietro nella giornata di ieri il  Ministro delle Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibili, Matteo Salvini, aveva punzecchiato il comune di Milano sui ritardi per la decisione sulla costruzione del nuovo stadio a Milano. Ecco le sue parole: “Il Comune di Milano ha già fatto perdere troppo tempo a Milano, alle società e ai tifosi. Si scelga subito il nuovo San Siro, oppure si vada a Sesto”. Non è dunque tardata ad arrivare la risposta del Sindaco, parecchio infastidito riguardo queste dichiarazioni. Sala, impegnato in Prefettura nella giornata odierna, ha tenuto a precisare su quanto detto ieri da Salvini: “il Comune non ha perso un giorno di tempo. Ci abbiamo messo due anni a trovare l’accordo con le squadre sulle volumetrie“.

LEGGI QUI ANCHE   -Milan-Spezia, sono sei gli indisponibili rossoneri-

Sala ha risposto anche a quanto detto ieri dai vari Sgarbi e Berlusconi sullo stadio. I due nella giornata di ieri si erano espressi chiaramente contro l’abbattimento di San Siro, creando parecchio movimento e dibattito tra la tifoserie rossonera. Da una parte Sgarbi ha invocato anche la legge per evitare l’abbattimento dello stadio. Ecco il suo pensiero: “Il Meazza non si tocca e non lo dice Sgarbi ma è la legge. San Siro è del ’26, sarebbe come buttare giù l’Eur a Roma quindi è naturalmente vincolato perché il vincolo sarebbe automatico oltre i 70 anni, non si può buttare giù. Se serve un vincolo lo metterò.” Anche Berlusconi ha dato seguito a questo pensiero, affermando come lo Stadio di San Siro, facendo parte della storia della cultura della città di Milano e del calcio italiano in generale, andrebbe tutelato e protetto. Dichiarazioni che non hanno lasciato indifferente il sindaco Sala che ha voluto rivolgere un messaggio ai tifosi: “Poi arrivano Sgarbi e Berlusconi che con le loro dichiarazioni di certo non aiutano. Che i milanesi e i tifosi sappiano chi è contrario allo stadio e chi ci sta lavorando”. Parole che testimoniano ancora una volta se ce ne fosse bisogno, quanto sia intricata la questione relativa al nuovo stadio per il Milan, con i tifosi che ogni giorno assistono a botta e risposta continui che creano caos e incertezza.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live