Pioli: “Il nostro ciclo è appena cominciato! Vi racconto i segreti dello scudetto”

0 cuori rossoneri

All’interno dello speciale DAZNInside Milan“, Stefano Pioli ha parlato del 19esimo scudetto vinto dal Milan e della prossima stagione di Serie A: “In questo periodo si lavora bene, con serietà e disponibilità ma c’è anche il giusto relax per lavorare bene insieme”.

Sullo scudetto
“È stato emozionante vedere tutto l’entusiasmo dei nostri tifosi, tanta maglie del Milan, tante richieste di foto, mi sono goduto ogni momento, abbiamo coinvolto tutto il popolo rossonero che aveva bisogno di questa vittoria”.

Sui pronostici di inizio stagione
“All’esterno, nessuno aveva una buona considerazione del Milan e abbiamo usato questa cosa come motivazione, io l’ho usato tanto con i ragazzi, gli chiedevo sempre ‘come mai nessuno crede in voi? Come mai nessuno crede che noi possiamo vincere il campionato? Facciamogli vedere che si sbagliano’ Si diceva sempre che al Milan mancasse qualcosa ed io l’ho usato come stimolo per i ragazzi”.

Su “Pioli is on fire
“La Pioli is on fire dance mi piace tantissimo anche se fino all’ultimo negli stadi cercavo di non ballarla per rimanere concentrato, devo ammettere che ho sempre fatto fatica. Ho aspettato la partita contro l’Atalanta per ballare, era l’ultima partita a San Siro quindi era importante per me festeggiare con i nostri tifosi”.

LEGGI QUI ANCHE   -RONALDO: “NON VEDO QUESTO MILAN MENO FAVORITO DELLE ALTRE”-

Sul derby
“Il derby è stato un momento decisivo della scorsa stagione, se fosse finita con la vittoria degli avversari andare a 10 punti sarebbe stato molto difficile, invece addirittura riuscire a ribaltare la partita ci ha consentito di stare lì vicino in classifica e soprattutto dal punto di vista morale ci ha dato quell’iniezione di fiducia e di entusiasmo di cui metà squadra aveva bisogno e da lì abbiamo fatto un girone di ritorno di altissimo livello”.

Sui segreti del suo Milan
“Per performare nei minuti decisivi delle sfide più importanti, bisogna pretendere il massimo da sé stessi e dagli altri. Qui a Milanello in ogni istante di allenamento io pretendo il massimo da me stesso e dagli altri. Giochi la Domenica per come ti alleni tutta la settimana e devi allenarti tutta la settimana per come vuoi giocare alla Domenica. Il nostro gioco passa molto dall’intensità e l’intensità, il ritmo, la qualità e il talento non devono mai mancare in nessun istante dell’allenamento, se ti abitui così, diventa tutto più semplice in campo, è così che abbiamo meritato questa vittoria”.

Sulla prossima stagione
“Questa stagione è davvero particolare, per la prima volta giocheremo 21 partite, dal 13 Agosto al 13 Novembre, alcuni dei miei ragazzi andranno anche in Nazionale quindi giocheranno 23 partite in 3 mesi quindi l’ impegno sarà sia fisico che psicologico e questi mesi incideranno tanto sul resto della stagione, questo è il momento di lavorare bene. Vedo i ragazzi ancora più pronti, ancora più preparati ancora con più cura verso i dettagli, sono convinto che questo sia un ciclo che è appena cominciato e non che sta per finire”.

Un pensiero speciale
“Mia mamma Luisa è fiera di me ma si tiene molto dentro, è stato un anno così coinvolgente che ha conquistato anche lei anche se quando guarda le partite, gli ultimi cinque minuti va in solaio perché non riesce a finirle per l’ansia quindi  non penso che verrà allo Stadio, preferisce vederle da sola”.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

photocredits: acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live