Messias a SM: “Siamo primi, abbiamo l’obbligo di crederci”

0 cuori rossoneri

Messias a SM: “Siamo primi abbiamo l’obbligo di crederci”

Uno dei protagonisti più inaspettati di questo fine anno del Milan, Junior Messias, ha parlato oggi ai microfoni di SportMediaset. Vediamo cosa ha detto.

Sull’eliminazione dalla Champions League. Eravamo tristi, volevamo tutti andare avanti nella competizione. Ora dobbiamo rialzare la testa e pensare al campionato.

Sul percorso in Champions League. Le nostre prestazioni in Champions sono state di alto livello, abbiamo affrontato squadre forti abituate a quelle partite. Ce la siamo giocata sempre: dobbiamo essere consapevoli di quello che abbiamo fatto.

Sugli idoli. Il mio idolo da piccolo è sempre stato Ronaldo “il fenomeno”, per me era IL calcio.

Sul suo momento di forma. Voglio continuare a dimostrare di poter giocare in Serie A. Un giocatore non si valuta dopo due sole partite, bisogna aspettare tutto il campionato. Sto cercando di migliorare a livello fisico perché non sono ancora al 100%, non ho ancora dimostrato tutto quello che so fare. Sto cercando di ritrovare il prima possibile la forma migliore.

Sul suo ruolo in campo. Cerco di fare sempre il meglio per la squadra, gioco dove ha bisogno il mister.

Sulle ambizioni scudetto. Siamo primi, quindi dobbiamo per forza crederci. Il Milan è una squadra che deve vincere sempre. Noi ci crediamo e faremo di tutto, ma ci sono anche altre squadre forti in corsa. Dobbiamo pensare ad una partita alla volta, il campionato è lungo e dobbiamo cercare di fare più punti possibili.

Rileggi QUI il report odierno da Milanello
photocredits: acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live