Mbappé: “Da piccolo dicevo sempre che se avessi giocato in Italia sarebbe stato solo al Milan”

0 cuori rossoneri

Intervistato in esclusiva dalla Gazzetta dello Sport, il giocatore più chiacchierato del momento Kylian Mbappé ha parlato anche di… Milan.

Alla fine giocherà da parigino il Mondiale in Qatar, dove però non c’è l’Italia.
«Meglio per noi, perché l’Italia è una grande squadra. Ma dopo l’eliminazione ero davvero triste per i miei amici Marco Verratti e Donnarumma. Per loro è stata dura, perché sono stati esclusi dal Mondiale appena qualche giorno dopo l’eliminazione del Psg dalla Champions. Ma il calcio a volte è così: bisogna trarne insegnamento e l’Italia ha una nuova generazione di giocatori. Presto sarete di ritorno».

Leggi QUI anche “Calabria: ho perso la scommessa, ora mi tocca pagare!”

Da ragazzino lei tifava Milan che, come il suo Psg, ha vinto il campionato, con molti suoi colleghi di nazionale e Ibra.
«Il mio legame col Milan è speciale. Da piccolo avevo una baby sitter italiana e passavo molto tempo con la sua famiglia, tutti tifosi del Milan. Così grazie a loro anch’io tifavo rossonero e guardavo un sacco di partite del Milan. Dicevo sempre: se giocherò in Italia sarà solo al Milan. D’altronde se avessi detto diversamente, mi avrebbero ucciso… Scherzi a parte, non posso che congratularmi per lo scudetto vinto dal Milan, con tanti amici francesi e Ibrahimovic, una leggenda che rispetto molto».

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live