Alessandro Milan

ESCLUSIVA – Milan: “Dipende tutto da noi per lo scudetto. Origi mi piace, è abituato ad alti livelli”

0 cuori rossoneri

Nel corso del Lunch Press, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Radio Rossonera, il giornalista e conduttore radiofonico Alessandro Milan. Tra i temi toccati il calendario del Milan e l’utilizzo del Var.

Su Cagliari- Milan: “Partita importante e difficile. Il Cagliari deve di certo ottenere dei punti per la salvezza. Poi siamo lì dopo tanti anni, finalmente, dobbiamo stare concentrati”.

Sul primo posto dei rossoneri: “Sicuramente non abbiamo giocatori abituati da anni a stare ai vertici, però lì ci siamo comunque arrivati. Io personalmente non vedevo l’ora di trovarmi in una situazione in cui dipende tutto da noi. Secondo me è la situazione migliore per non avere rimpianti, se non con noi stessi”.

Sulle prossime avversarie: “Parlando onestamente io credo che abbiamo il calendario meno complicato di Inter e Napoli. Nono sto dicendo che abbiamo partite facili, nessuna partita è facile, però tra avere adesso il nostro calendario con Cagliari e Bologna piuttosto che quello dell’Inter con Fiorentina e Juve sfido chiunque a dire che è più difficile il nostro calendario. Poi è anche vero che facciamo tanti discorsi ma poi noi abbiamo perso con il Sassuolo e con lo Spezia, anche se questa faccio fatica a contarla perchè sto ancora cercando quei tre punti che ci devono”.

Sul VAR e sui vari episodi arbitrali della stagione: “Con la tecnologia c’è stato un netto miglioramente per quanto riguarda il fuorigioco. In generale c’è stata un’evoluzione positiva anche in altri aspetti, basti guardare il primo rigore di ieri sera in Juve-Villarreal non concesso inizialmente dall’arbitro ma dato successivamente con l’ausilio del VAR. Chiaramente è abbastanza inspiegabile come alcuni episodi, invece, vengano ancora sbagliati. Ve lo dico con onestà ma non riesco proprio a capire come si possa non dare quel rigore al Torino contro l’Inter come anche il fallo di Tomori su Oshimen o quello di Koulibaly su Bennacer qualche minuto prima. È un po’ strano che in alcuni casi si vada al VAR e in altri no. Però nel complesso mi sento di dire che in generale ci sia stato un miglioramento”.

Sul mercato e su Origi, Scamacca e Belotti: ” In primis sono contento che puntiamo sull’attacco. Onestamente non possiamo più pensare di puntare un altro anno sulla salute di Ibrahimovic. E anche Giroud ha la sua età. Personalmente Belotti non è che mi convinca tanto, non è un fuoriclasse. Scamacca ha dei grandi numeri ma bisogna vedere come continuerà a crescere e come eventualmente gestirebbe il passaggio in una big. Forse il mio preferito è Origi, per la sua abitudine a giocare ad alti livelli internazionali”.

Alessandro Milan

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live