L’osservatore del Milan: “Ecco che tipo di giocatori scegliamo”

0 cuori rossoneri

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, l’ex giocatore ed ora osservatore del Milan Dario Simic ha svelato alcuni segreti dell’area scouting rossonera.

E il Milan? Il gruppo scout è tra i più interessanti d’Italia.
«Sì, lavoriamo in team, poi decidono Paolo e Ricky. Moncada è il mio capo, parlo con lui ogni giorno. Come principio, cerchiamo di essere veloci, perché all’estero – gli inglesi, ma non solo – hanno budget con cui non possiamo competere».

Che giocatori cercate?
«Cerchiamo profili per il calcio moderno. Certo, a volte costano 50-70-80 milioni e devi andare a prenderli prima. Altri club pagano il potenziale, cosa che il Milan non può sempre fare, anche perché la Serie A non è semplice. Il livello si è alzato».

Roko Simic è un profilo di quel livello? È stato vicino al Milan?
«Ne abbiamo parlato ma alla fine è andato altrove. Roko è del 2003 e il gruppo Red Bull ha voluto che giocasse al Salisburgo».

LEGGI QUI ANCHE   -VERSO DINAMO ZAGABRIA-MILAN: LE SCELTE OBBLIGATE DI STEFANO PIOLI-

Per gli italiani che non lo conoscono, assomiglia a qualche giocatore noto?
«Se posso permettermi, somiglia un po’ a Mandzukic per la voglia di giocare, per come aiuta la squadra. Di sicuro, io non posso più giocare contro i miei figli».

Perché com’erano le partite?
«Due contro due in un campetto sotto casa. Io e Viktor contro Roko e Nikolas. Ma ora è pericoloso, sono troppo fisici».

Segui la nostra pagina Facebook per sapere tutto quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

 

photocredits: acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live