Kalulu: “Non avevo paura di fallire al Milan, non sono mai stato il giocatore atteso”

0 cuori rossoneri

Interviste – In patria, ha rilasciato una lunga intervista Pierre Kalulu, soffermandosi su Stefano Pioli e sui leader Ibrahimovic e Giroud.

Intervistato a L’Equipe, Pierre Kalulu ha raccontato anche le sue esperienze. Queste le sue dichiarazioni sull’addio al Lione: “Il sogno era brillare tutti assieme (con i vecchi compagni, ndr) al Lione, ma non è successo. Se possiamo farlo in nazionale è ancora meglio. A Milano, parlando di sogni, ho alzato l’asticella. Questo è quello che sto cercando di fare. Era complicato all’inizio perché ero solo, ma Milano è una città piacevole e giocare nel Milan mi ha aiutato molto”.

Leggi QUI le probabili formazioni di Italia-Macedonia

Sul trasferimento in Italia: “A Milano devi calcolare i tuoi percorsi, evitare il centro della città durante l’ora di punta perché fa molto caldo. Molte persone che mi sono vicine mi hanno raccontato la storia del grande Milan degli anni novanta”.

Andando al Milan, però, poteva rischiare di esser dimenticato: “Sapevo che ci sarebbe voluto del tempo, ma sapevo che avrei lavorato molto per giocare. Non avevo paura di fallire al Milan. Poteva succedere anche al Lione e sarei stato dimenticato”.

Cosa significa essere rossonero? “Essere un difensore del Milan significa allenarsi ogni giorno contro Ibrahimovic, ed io cerco ogni giorno di avere un livello più alto di aspettative. E’ faticoso e gratificante ogni volta, sia Zlatan che Giroud vogliono sempre vincere. Quando vengono a parlarti devi mostrare l’ego e rispondere. In allenamento, se metti la spalla diventa una piccola lotta: devi sempre avere fame di vincere. I nostri allenamenti sono da vedere, facciamo gare, duelli e grande intensità durante la partita”.

Su Stefano Pioli: “Mi spinge ad essere attento a tutto e si vedono i risultati. Nella mia gioventù non sono mai stato il giocatore che ci si aspettava. Non sono mai stato il giocatore atteso, colui per il quale fai lo sforzo. Ero spesso nella situazione in cui il treno sarebbe partito senza di me, ho dovuto tornare al lavoro molto rapidamente”.

photocredits: acmilan.com

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live