Junior Messias – Dall’eccellenza alla Champions League: le parole di Francesco Pietrella

0 cuori rossoneri

Junior Messias – È Messias l’ultimo colpo del Milan che chiude il mercato in entrata, il giocatore arriva in prestito oneroso (€2.6M) con diritto di riscatto (€5.6M) ce ne parla così ai nostri microfoni Francesco Pietrella della Gazzetta dello Sport.

L’inizio della storia di Messias:

“Lui è la più classica delle favole, fino ai 25 anni il calcio non era nei suoi pensieri come lavoro a tempo pieno, giocava nei campionati amatoriali nello Sport Barrique, una squadra di peruviani e giocava al campetto la sera in maniera non professionistica.
Un giorno l’allenatore di questa squadra, amico di Ezio Rossi (bandiera del Torino) gli disse “Vieni a vedere perché c’è un ragazzo molto bravo”. Quella volta Ezio Rossi rimase colpito e disse al giocatore “Ma tu qua che cosa ci stai a fare?” e da lì lo portò prima a giocare in eccellenza per poi fare due anni in serie D con Chieri e Gozzano, un anno in Serie C tre anni fa, Crotone in Serie B e così ha scalato le categorie.
Ricordo una persona che andò a vedere il Gozzano e mi disse che c’era un giocatore molto forte chiamato Messias, credevo fosse uno dei tanti talenti di Lega pro e a distanza di anni lo vidi in Serie A. Questo ragazzo era un tifoso, non era un addetto ai lavori, andò a vedere una partita e alla fine ha avuto ragione.
È una favola, una storia da raccontare che ha una valenza incredibile, molto simile a quella di Vardy.

Sul passaggio al Milan e il suo eventuale ruolo:

“Secondo me, per talento e qualità secondo me sì, penso sia anche un upgrade tecnico rispetto a Castillejo. È un giocatore diverso rispetto a Saelemaekers che dà molto equilibrio ed è l’unico, forse, tra i più offensivi che ha un apporto così, tant’è che Pioli lo fa giocare sempre. Vedendo la Heat Map di Messias più che trequartista è un giocatore da fascia destra, il suo dribbling è il biglietto da visita,lo scorso anno dopo De Paul è il giocatore con più dribbling riusciti, 105 se non sbaglio. Dopo i nomi di Ziyech, Brandt, e Isco è ovvio che il Milan si aspettava altro ma, non per modalità e tempistiche, ma per qualità e come giocatore è un buon acquisto, ha 30 anni e quindi non è futuribile ma nel breve periodo può comunque fare bene”.

Sul campionato 2021/2022:

“Secondo me questo è un campionato davvero equilibratissimo, c’è un divario netto tra le 7 sorelle e le altre, quindi secondo me è difficile una sorpresa prima di queste 7, forse solo la Fiorentina, ma stanno tutte lì. Metto un griglia e vedo chiaramente l’Inter in avanti, Napoli, Juventus, Milan dopo Lazio,Roma e Atalanta che secondo me lottano comunque per lo scudetto”.

Sul Milan in questa stagione e Brahim Diaz:

“Sono contento di vedere un campionato equilibrato con un Milan che ha dimostrato di esserci, sopratutto un grande Brahim Diaz che avevo detto già in tempi non sospetti può essere il suo anno, già dall’anno scorso si era dimostrato un giocatore molto interessante.
Secondo me può essere il titolare vedendo anche la rosa, Il girone del milan non è impossibile ma molto difficile, porto in terza fascia ma che comunque può sempre dar fastidio.
Brahim ha qualità e se si mette in testa di fare il titolare, anche da un punto di vista continuativo è un giocatore di assoluto livello”.

Alcune informazioni sul giocatore:

Walter Junior Messias, 30 anni, la scorsa stagione ha collezionato 36 presenze in Serie A mettendo a segno 9 goal e fornendo 4 assist, ha giocato molto sulla fascia destra ricoprendo anche i ruoli di mezz’ala e seconda punta. È dotato di un piede sinistro molto educato che gli permette anche di calciare punizioni e corner, si distingue per il suo ottimo dribbling, con il Crotone è riuscito infatti ad effettuare 78 dribbling (il 55,71%) del totale.

Potrà Messias sorprendere i tifosi e rivelarsi il giusto rinforzo per la trequarti?

Leggi QUI i giocatori rossoneri convocati con le rispettive nazionali.

photocredits fccrotone.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live